FANDOM


CronologiaModifica

1923-1936Modifica

1937-1954Modifica

1955-1983Modifica

1984-oggiModifica

  • 1984:
  • 1985:
    • Gli Studios iniziano a produrre cartoni animati per la televisione.
    • La versione home-video di Pinocchio è un grande successo in termini di vendite.
  • 1986:
    • La Touchstone Pictures rilascia il primo film degli Studios in cui è necessaria la presenza di un adulto per i minori di 17 anni.
    • La serie antologica viene riproposta.
    • Il nome della compagnia viene cambiato da Walt Disney Productions a The Walt Disney Company.
  • 1989:
  • 1990:
    • La morte di Jim Henson vanifica l'affare per l'acquisto della sua holding.
    • La serie antologica è cancellata per la seconda volta.
  • 1992:
  • 1993:
  • 1994:
  • 1995:
    • In ottobre la compagnia assume il super agente di Hollywood, Michael Ovitz, come presidente.
  • 1996:
    • La compagnia assume il nome di Disney Enterprises, Inc. ed acquisisce il gruppo Capital Cities/ABC, rinominandolo ABC, Inc.
    • In dicembre Michael Ovitz, presidente della compagnia, lascia "con mutuo consenso". Per celebrare l'unione si tiene a Walt Disney World il primo Super Soap Weekend della ABC.
  • 1997:
    • La serie antologica viene riportata in vita di nuovo;
    • La divisione home video rilascia il primo DVD.
  • 1998: Il Regno degli Animali di Disney apre a Walt Disney World.
  • 2000: Robert Iger diviene presidente e COO.
  • 2001:
  • 2002: Il parco Walt Disney Studios apre vicino a Disneyland Paris (rinominato per l'occasione Disneyland Park). L'intera area è ora chiamata Disneyland Resort Parigi.
  • 2003:
    • Roy Edward Disney lascia di nuovo la direzione dell'animazione e il consiglio di amministrazione, citando ragioni simili a quelle di 26 anni prima.
    • Il direttore Stanley Gold abbandona con Roy.
    • Fondano la "Save Disney"[1] per esercitare una pressione pubblica per osteggiare Michael Eisner.
    • La maledizione della prima luna (Pirates of the Caribbean: The Curse of the Black Pearl) è il primo film con etichetta Disney che richiede la presenza dei genitori per bambini sotto i 13 anni.
  • 2004:
    • Gli Studios interrompono i colloqui di rinegoziazione con la Pixar (il contratto attuale scadrà nel 2006).
    • La Disney annuncia che convertirà lo studio di animazione in uno studio di animazione in computergrafica.
    • Viene annunciata la chiusura del reparto di animazione in Florida .
    • La Comcast fa un'offerta di 66 miliardi di dollari per acquisire la Walt Disney Company (la Comcast ritirerà l'offerta in Aprile).
    • La Disney acquista i diritti su The Muppets.
    • Gli azionisti di maggioranza danno un voto di sfiducia per il 43% a Michael Eisner.
    • il risultato è che Eisner viene rimosso dal ruolo di presidente del consiglio di amministrazione (ma resta amministratore delegato) e George J. Mitchell lo sostituisce.
    • Dopo l'investimento di 6 milioni di dollari nella produzione del documentario Fahrenheit 9/11 di Michael Moore, la Walt Disney Pictures annuncia l'intenzione, già menzionata, di non distribuire il film. Il regista e la direzione della Miramax organizzano una distribuzione alternativa, e il film diventa il documentario più acclamato di tutti i tempi. Con oltre 100 milioni di dollari, il film incassa più della maggior parte dei film Disney dell'anno.
  • 2005:
    • Per quanto riguarda l'Italia, Umberto Virri lascia la carica di presidente Disney Italia, che aveva avuto per circa 15 anni, il 31 gennaio. Viene sostituito dal francese Philippe Laco che si dimetterà a marzo del 2008.
    • The Walt Disney Company inizia ufficialmente Happiest Homecoming on Earth il 5 maggio a Disneyland.
    • L'8 luglio Roy Disney torna in azienda come membro del consiglio Emerito e consulente riconoscendo i meriti di Michael Eisner e approvando la nomina di Iger come futuro amministratore delegato.
    • Disneyland celebra il 50º compleanno il 17 luglio.
    • Hong Kong Disneyland apre il 12 settembre a Hong Kong.
    • Robert A. Iger, presidente della compagnia fino al 1º ottobre, sostituisce Michael Eisner come amministratore delegato.
    • In Cina, dopo le denunce contro le fabbriche locali che lavorano per la Disney, le accuse: "I vostri fornitori sono schiavisti" [1]
  • 2006:
    • Con un accordo del 23 gennaio, la Disney annuncia l'acquisizione della Pixar per 7,4 miliardi di dollari tramite l'acquisto della quota maggioritaria di Steve Jobs che, grazie a questa operazione, diventa il più grande azionista individuale della Disney.
    • "Pirati Dei Caraibi: La maledizione del forziere fantasma" diventa il film disney più visto di sempre.
  • 2009:
    • The Walt Disney Company compra con una transazione azionaria e pecuniaria la Marvel Entertainment per 4 miliardi di dollari. La Disney acquisice i diritti di distribuzione per più di 5.000 personaggi Marvel.
    • Roy Edward Disney, il 16 dicembre, muore a 79 anni a causa di un tumore.

Dati finanziariModifica

Dati principali (Anno fiscale terminato il 1 ottobre) (in milioni di $)
Divisione Fatturato Reddito di gestione Margine di gestione %
2006
Media Networks 14.638 3.610 12
Parks and Resorts 9.925 1.534 30
Studio Entertainment 7.529 729 più di 100
Consumer Products 2.193 618 26
Totale 34.285 6.491 33

Dirigenza, dal 1923 ad oggi Modifica

Alte cariche sociali attuali Modifica

Consiglio di Amministrazione Modifica

Cariche sociali nelle divisioni Modifica

Presidenti del Consiglio di Amministrazione Disney Modifica

Amministratori Delegati della Disney Modifica

Presidenti della Disney Modifica

NoteModifica

  1. Repubblica.it » esteri » Cina, lo sfruttamento all'ombra di Paperino

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Collegamenti esterni Parchi e ViaggiModifica

SECModifica


Template:Dow Jones Industrial Average


<span id="interwiki-fr-fa" />

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.