FANDOM


Luke Skywalker è il protagonista della trilogia cinematografica originale e un personaggio di ritorno nella trilogia sequel dell'universo di Star Wars. Trovandosi apprendista dei Maestri Jedi Obi-Wan Kenobi e Yoda , diventa presto una figura importante nella lotta dell'Alleanza Ribelle contro l' Impero Galattico . In Il risveglio della Forza, è il Gran Maestro Jedi del Nuovo Ordine Jedi.

BackgroundModifica

PersonalitàModifica

Proprio come suo padre Anakin Skywalker , Luke è molto intelligente, saggio, altruista, coraggioso, orgoglioso, impulsivo e leale. Ha un senso di giustizia, onore e buona morale, come sua madre; naturalmente, come suo padre, a volte è troppo sicuro di sé, irascibile, irritabile, aggressivo, imprevedibile, impaziente, difficile ed emotivamente insicuro.

Luke è noto per essere ribelle, testardo, spericolato, gentile e premuroso, i tratti che ha sviluppato da entrambi i suoi genitori. Ha la capacità di vedere il bene negli altri e non è un ottimo bugiardo.

Dopo aver perso la mano destra per Darth Vader , Luke diventa molto più calmo, equilibrato e paziente. Nonostante il fatto che ora abbia un controllo molto migliore delle sue emozioni e del suo temperamento, che suo padre ha fatto in gioventù, Luke ha ancora i suoi momenti di perdere la pazienza e il temperamento.

Come un Jedi, Luke è molto intelligente e saggio, a differenza della maggior parte dei Jedi, non è miope; questo è dimostrato dal fatto che quando ha scoperto gli Archivi Jedi e cercato di ripristinare l'Ordine Jedi alla sua antica gloria (prima del massacro dei Jedi) si è reso conto che i vecchi insegnamenti Jedi e il vecchio codice erano imperfetti e per evitare il Il nuovo Ordine Jedi ha commesso gli stessi errori del Vecchio Ordine Jedi - Luke ha modificato alcuni degli insegnamenti e del codice Jedi.

Dopo che suo nipote, Ben Solo e alcuni dei suoi altri, lo hanno tradito e distrutto il suo nuovo Ordine Jedi, Luke è diventato amareggiato e colto da sensi di colpa, profondamente addolorato per il suo fallimento, e ha scelto di esiliarsi nel pianeta Ahch-To. Vedendo l'eredità dei Jedi come un fallimento, Luke intendeva morire dove i Jedi iniziarono a porre fine per sempre ai Jedi.

Apparentemente divenne un po 'apatico quando scelse di non assistere la Resistenza solo perché desiderava rimanere in esilio, nonostante il fatto che conoscesse pienamente l'importanza della sconfitta del Primo Ordine. Divenne anche più testardo, come dimostrato dal fatto che Rey non riuscì a convincerlo ad aiutare la ribellione e ad insegnarle, portandolo ad ascoltare la vecchia registrazione di Obi Wan per insegnarle le vie della Forza. Anche allora, erano solo 3 lezioni. Divenne anche esplosivo quando arrabbiato, evidenziato quando distrusse la sua capanna nella sua rabbia di vedere Rey e Ren tenersi per mano.

Luke divenne più cauto nell'addestrare gli altri con un tremendo potere, evidenziato quando rifiutò di insegnare a Rey, dato che il suo potere era allo stesso livello di quello di Kylo. Aveva creduto che non ci fosse speranza per coloro che erano caduti nel Lato Oscuro, come evidenziato quando disse apertamente a Rey che Ren era perso.

Tuttavia, dopo che Yoda riuscì a convincerlo di ciò di cui aveva veramente bisogno, alla fine scelse di aiutare la Resistenza e mostrò il rimorso per i suoi fallimenti quando incontrò Leia e in seguito affrontò Kylo. Si è volontariamente sacrificato per i Jedi e la Resistenza per sopravvivere e morire pacificamente dopo aver visto i due soli gemelli di Ahch-To scendere all'orizzonte per l'ultima volta, facendo pace col suo destino e perdonandosi per i suoi fallimenti.

Poteri e abilitàModifica

PoteriModifica

  • La Forza: come figlio del Prescelto, Anakin Skywalker / Darth Vader , Luke è immensamente potente e ha una connessione incredibilmente forte con la Forza, più forte di qualsiasi altro utente della Forza attualmente in vita. Il lato chiaro e oscuro di Luke Il potenziale di forza è pari a quello di persino suo padre al suo apice, e supera addirittura quello di Yoda e Palpatine rispettivamente a entrambe le loro vette. Dopo la morte di suo padre Anakin, ora è il Jedi più potente attualmente vivo. Al momento degli eventi di The Force Awakens , il potenziale della Forza di Luke è notevolmente aumentato fino al punto in cui è generalmente una minaccia per Snoke , i Cavalieri di Ren e il Primo Ordine rispettivamente.
    • Telecinesi: Luke utilizza la telecinesi sia per l'attacco che per la difesa. Al tempo della Battaglia di Jakku, Luke era presumibilmente così abile con la telecinesi che disse di aver tirato fuori da cielo i cacciatorpedinieri Imperiali dal cielo.
      • Forza di Trazione: Luke utilizza Forza di Trazione per tirare i suoi avversari o oggetti verso di lui.
      • Soffocamento della Forza: Luke utilizza Soffocamento della Forza per indebolire, uccidere o intimidire i suoi avversari.
    • Trucco della mente: Luke utilizza il trucco della mente per controllare la mente di altri esseri senzienti, tuttavia, non funziona su individui che hanno una volontà molto forte.
    • Visione della Forza: Luke utilizza la visione della forza per avere visioni del passato, del presente e del futuro. Tuttavia, come tutti gli utenti della Forza, le sue visioni non sono sempre chiare o talvolta hanno visioni anche quando non utilizza questo potere a volontà.
    • Senso della Forza: Luke utilizza il senso della forza per percepire le emozioni di un altro essere senziente, il futuro, le increspature nella Forza causate da eventi gravi o traumatici, il pericolo imminente e la presenza del lato Oscuro; i suoi sensi sono così potenti da poter percepire la presenza di suo padre, Anakin Skywalker / Darth Vader su Endor.
    • Salto della Forza: Luke utilizza il Salto della Forza per balzare o saltare a grandi distanze.
    • Velocità della Forza: Luke utilizza il cruscotto della forza per muoversi a velocità sorprendenti.

AbilitàModifica

  • Abilità con la spada laser: nonostante il suo livello minimo di allenamento, Luke è molto abile nel combattimento con la spada laser e un duellante eccezionalmente dotato. Luca ha dimostrato di avere un'affinità naturale per il combattimento con la spada laser; dopo solo una breve sessione con Obi-Wan Kenobi , è stato in grado di reggere il confronto con suo padre Anakin Skywalker , l'allora spietato Lord Sith Darth Vader , un avversario molto più esperto ed esperto, in tre diverse occasioni. Nel primo incontro, nonostante uno scontro relativamente breve, la sua abilità si rivelò inadeguata e fu sconfitto con facilità. Tuttavia, nel secondo combattimento, che ebbe luogo circa quattro anni dopo, Luke aveva notevolmente migliorato la sua tecnica ed era in grado di reggere il duello per gran parte del duello, riuscendo persino a ferire leggermente la spalla destra di Vader. Tuttavia, alla fine, Vader si è dimostrato di nuovo superiore e Luke ha perso il combattimento, così come la sua spada laser e la mano destra. Nel duello finale della seconda Morte Nera, Luke fu finalmente in grado di sopraffare e sconfiggere Vader, anche se con estremo sforzo. Grazie alla tutela di Yoda , Luke usa anche i suoi poteri della Forza non solo per aumentare la sua velocità fisica e agilità, ma anche per aumentare la velocità dei suoi attacchi e per rendere le sue abilità di combattimento della spada laser più letali in combattimento; questo lo rende un avversario formidabile da solo in combattimento singolo. Prima di ricevere molto allenamento, ha fatto affidamento sul suo senso di forza e sui suoi riflessi per usare la lama. Come rivelato nella storia canonica Showdown on Smuggler's Moon , durante il suo incarico di prigioniero dell'obsitato Jedi Grakkus the Hutt, le sue abilità furono inavvertitamente aiutate dalla spia di Vader, l'esperto d'assalto di spade e spada laser Sergeant Kreel che si mascherava come il gamemaster di Grakkus nel tentativo di attirare Luke in essere catturato da Vader.
    • Modulo V: All'inizio, Luke aveva solo alcune abilità in Shien / Djem So. Le sue abilità sono migliorate fino al punto in cui è stato in grado di affrontare Darth Vader a parità di condizioni.
    • Jar'Kai: Luke ha alcune abilità in Jar'Kai.
  • Esperto combattente corpo a corpo: Luke è molto abile nel combattimento a mani nude.
  • Abile tiratore: Luke è molto abile nell'uso di pistole blaster.
  • Esperto Pilota: proprio come suo padre, Anakin, Luke è estremamente abile nel pilotare vari speeder e molti tipi di aerei volanti.
  • Intelletto di livello Genio / Tattico esperto / Leader: molto simile a suo padre, Anakin, Luke è incredibilmente intelligente e saggio; la sua intelligenza e saggezza rivaleggiano con quelle di suo padre, Anakin Skywalker / Darth Vader, Yoda e Palpatine rispettivamente. Come comandante Jedi e leader del Nuovo Ordine Jedi , Luke è un tattico molto abile e un leader molto capace.
  • Multilingue: Luke è in grado di parlare fluentemente inglese, huttese, lingua Jawa Trade, Shyriiwook e Yuzz. Dichiara inoltre di conoscere altre dodici lingue comuni.

Armi e equipaggiamentiModifica

Come membro stimato dell'Alleanza Ribelle; Luke possiede una serie di armi e attrezzature per assisterlo lungo il percorso.

Spade laserModifica

Come un Jedi; L'arma e il possesso di valore di Luke sono le sue spade laser blu e verdi. Finora ha avuto due spade laser. La prima spada laser di Luke è realizzata in metallo Solid Heavy Duty e lega nera, benché la sua seconda spada laser sia realizzata in metallo cromato e lega nera.

  • Prima spada laser: Arrivato a casa di Obi-Wan Kenobi su Tatooine , il maestro Jedi più anziano diede a Luke la spada laser usata da suo padre, Anakin Skywalker . L'arma era davvero quella che Obi-Wan aveva preso da Anakin dopo l'intenso combattimento su Mustafar . Durante il suo combattimento con Darth Vader su Bespin, Luke perse sia la sua spada laser che la sua mano. Tuttavia, riemerse su Jakku e finì in possesso di Maz Kanata , Finn e poi Rey . Quest'arma è alimentata da un cristallo Kyber blu. Successivamente è stata presentata a Luke da Rey come un segno che era necessario ancora una volta.
  • Seconda spada laser: dopo aver perso la spada laser di suo padre su Bespin , Luke alla fine tornò a casa a Tatooine, dove non solo progettò di salvare Han Solo , ma anche di tornare alla capanna abbandonata di Obi-Wan su Tatooine e costruire una nuova spada laser. La sua nuova spada laser era basata sull'arma del suo primo mentore. Dopo aver completato l'arma, la mise in R2-D2 . L'arma è stata vista durante tutto il Ritorno dello Jedi , e Luke l'ha usata per tutta la vita. A differenza del suo predecessore, questa spada laser ha una spessa lama verde che è alimentata da un cristallo Kyber.

BlasterModifica

  • Pistola blaster modello 57: prima di utilizzare completamente la spada laser come arma preferita; Luke ha usato una pistola blaster modello 57, un'arma simile alla pistola heavy blaster DL-44 di Han Solo, insieme alla sua uniforme da pilota. Quest'arma non è mai stata più vista dopo L'Impero colpisce ancora.

Apparenze cinematograficheModifica

La vendetta dei SithModifica

Luke e sua sorella Leia nascono poche ore dopo che Obi-Wan Kenobi sconfisse Darth Vader su Mustafar . Sua madre Padmé Amidala ha il cuore spezzato nel turno di Anakin al Lato Oscuro, e muore dopo averli partoriti. Su consenso di Yoda, Luke viene mandato a vivere con il suo patrigno Owen Lars e sua moglie Beru Whitesun, mentre sua sorella viene inviata al Senatore Bail Organa per sicurezza.

Una nuova speranzaModifica

Luke trascorre diciannove anni su Tatooine con Owen e Beru, che gli dicono che suo padre è un navigatore su un mercantile di spezie che è morto. Un giorno, lui e Owen vanno a prendere dei droidi per aiutare nella loro fattoria da un sandcrawler Jawa che passa attraverso la loro area, e scelgono un droide protocollare chiamato C-3PO e un droide astromeccanico. Il droide astromeccanico, tuttavia, presenta malfunzionamenti e C-3PO raccomanda il suo amico astromeccanico R2-D2 . Più tardi quella notte, mentre puliva R2-D2, Luke trova un messaggio che mostra la Principessa Leia Organa che richiede l'aiuto di Obi-Wan Kenobi. Luke si chiede se intendesse Ben Kenobi, un eremita che vive vicino al Mare delle Dune. Chiede a suo zio ea sua zia, ma si rifiutano di parlarne, forse dopo essere stato informato da Obi-Wan della caduta di Anakin nel Lato oscuro quando, per la prima volta, ha lasciato Luke con loro anni fa. Luke esce e guarda i due soli di Tatooine.

Il giorno dopo, Luke scopre che Artoo se n'è andato durante la notte, e lui e C-3PO vanno a cercarlo. Lo trovano vicino a un campo di Sandpeople, e mentre Luke lo guarda da vicino, viene attaccato da uno. Viene salvato da un uomo in tunica che spaventa via il Sandperson, e poi lo riconosce come Ben Kenobi, che aveva salvato lui e Biggs Darklighter qualche anno fa. Ben li riporta a casa sua, dove guarda il messaggio e rivela di essere Obi-Wan, e si nasconde da anni. Dice a Luke che suo padre, Anakin, era in realtà un cavaliere Jedi ucciso da un Jedi che trasformò Sith in Darth Vader. Mostra la vecchia spada laser di Luke Anakin e si offre di addestrarlo nei modi della Forza, ma Luke rifiuta.

Trovarono poi i Jawas, che vendevano i droidi a Luke, erano stati uccisi dall'Impero e Luke capì che la loro ricerca li avrebbe portati a casa sua. Tornato a casa, trova la sua casa distrutta e la sua famiglia morta. Vedendo che non ha più niente su Tatooine, decide di andare con Obi-Wan e diventare un Jedi. Vanno a Mos Eisley Spaceport per trovare un pilota che li porti ad Alderaan , e mentre al bar, due uomini di nome Cornelius Evazan e Ponda Baba combattono con Luke, ma Obi-Wan taglia il braccio di Ponda, ei due scappano. Incontrano un pilota di nome Han Solo e il suo amico Wookie Chewbacca , e accettano di portarli ad Alderaan nella loro nave, il Millennium Falcon . Sulla strada per la nave, vengono attaccati dagli Stormtroopers , ma ne escono incolumi. Sulla strada per Alderaan, Luke inizia ad allenarsi, e Han rivela che non crede nella Forza.

Raggiungono dove dovrebbe essere Alderaan, solo per scoprire che non c'è più. Luke vede ciò che pensa sia una piccola luna, ma Obi-Wan dice che in realtà è una stazione spaziale chiamata la Morte Nera . Un raggio del trattore li trascina a bordo, ma Luke e Han si travestono da Stormtroopers, e vanno in una stanza di sicurezza dove trovano la cella in cui si trova Leia. Obi-Wan va a disabilitare il raggio del trattore, C-3PO e R2-D2 rimangono nella stanza della sicurezza, e Luke è in grado di convincere un dubbio Han a soccorrere Leia, e fingono che Chewbacca sia il loro prigioniero. Alla fine trovano Leia, ma gli Stormtroopers iniziano a sparare contro di loro, e scappano attraverso lo scivolo dell'immondizia. Mentre laggiù, un Dianga afferra Luke, ma gli altri sono in grado di salvarlo mentre i muri iniziano a chiudersi. Tuttavia, C-3PO, che è preoccupato, chiude accidentalmente i muri e salva il gruppo. Quando il gruppo raggiunge l'hangar, vede Obi-Wan duellare con Darth Vader, e Obi-Wan permette a Vader di colpirlo, uccidendolo. Il gruppo fugge sul Falcon, e Luke si addolora per Obi-Wan.

Sulla via del ritorno a Yavin 4 , sede dell'attuale quartier generale della Ribellione, il Falco viene attaccato da una squadra di caccia TIE. Luke e Han li uccidono tutti e riescono a raggiungere Yavin. Danno all'Alleanza Ribelle i piani per la Morte Nera e Luke è uno dei piloti inviati per distruggerlo. Prima di partire per la missione, incontra il suo vecchio amico, Biggs Darklighter, che è anche una parte della missione e rende merito a Luke quando gli viene chiesto dal loro comandante se Luke riesce a gestire uno dei combattenti dell'X-Wing della ribellione. Poi scopre che Han se ne va perché ha i soldi della ricompensa per aver salvato Leia, e deve pagare Jabba the Hutt .

«Signore, Luke è il miglior pilota di bush nei Territori dell'Orlo Esterno.»
―Biggs al capo rosso Garven Dreis


All'inizio della battaglia di Yavin, molti dei piloti ribelli vengono uccisi, inclusi i Biggs. Alla fine, sono rimasti solo Luke e Wedge Antilles insieme a un solo pilota Y-Wing. La nave di Wedge è danneggiata e Luke gli dice di tornare prima che venga ucciso. Mentre Luke si dirige verso la porta di scarico della Morte Nera a cui deve sparare, Darth Vader sta volando dietro di lui il suo combattente TIE personale e gli spara contro. Prima che possa uccidere Luke, Han e Chewbacca arrivano e sparano a uno degli uomini di Darth Vader, facendo in modo che l'altro si lasci prendere dal panico e ferisca il combattente di Vader, facendolo girare nello spazio, e Luke è guidato dallo spirito di Obi-Wan. Con la sua guida, è in grado di distruggere la Morte Nera. Di ritorno su Yavin, Luke e Han vengono premiati per il loro coraggio e si congratulano con i loro ribelli.

L'impero colpisce ancoraModifica

Tre anni dopo la distruzione della Morte Nera, l' Impero Galattico ha inseguito l' Alleanza Ribelle da un pianeta all'altro nella speranza della vittoria. Dalla battaglia di Yavin, Darth Vader ha cercato di trovare Luke, credendo che la Forza sia forte in lui dopo averlo percepito durante la battaglia. I ribelli stanno usando il gelido pianeta Hoth come base. Mentre Luke è fuori per proteggere il perimetro del suo tauntaun, viene attaccato da una wampa e riportato nella sua caverna. Si sveglia per scoprire che è appeso a testa in giù e la sua spada laser è bloccata nella neve. Cerca di usare la Forza per afferrare la sua spada laser, e quando ce l'ha, si ritira. La wampa entra, ma Luke si toglie il braccio e corre nella neve cercando di tornare alla base di Echo, ma a causa delle ferite della wampa e del freddo gelido mentre la notte cade su Hoth con temperature sotto lo zero, crolla. Mentre giace nella neve, vede una visione di Obi-Wan che gli dice di andare al sistema Dagobah per trovare il Maestro Jedi Yoda , proprio prima che svenga. Fortunatamente, Han viene a salvarlo e apre il suo tauntaun e lo mette al suo interno. Luke si sveglia nel centro medico di Echo Base mentre Leia e Han stanno litigando, e Leia bacia Luke. Luke si prepara per la Battaglia di Hoth, poiché l'Impero, che ha AT-AT , si avvicina. Rapidamente in battaglia, il copilota di Luke, Dak, viene ucciso e Luke cerca di sopravvivere da solo. Ha Wedge, che vola come il suo wingman, avvolge un cavo di rimorchio intorno alle gambe di un AT-AT e lo abbassa prima che un colpo ben mirato al suo collo leggermente blindato lo distrugga, ma poi si schianta. Si aggrappa ad un altro AT-AT e ci fa un buco con la sua spada laser, e lancia una granata dentro, per poi tornare nella neve prima che esploda. Dopo la battaglia, lui e Artoo lasciano Hoth nel suo X-Wing dopo che Wedge chiama Luke e gli augura buona fortuna prima di incontrarlo al punto di ritrovo ribelle, ma invece di andare al punto di ritrovo, vanno a Dagobah per trovare Yoda.

Luke si schianta su Dagobah e scopre che si tratta di una palude. Dopo che si è sistemato, inizia a mangiare quando una piccola creatura verde lo fa sobbalzare, facendolo estrarre il suo blaster. Dopo che la creatura ha assicurato che non intende nuocere, Luke gli dice che sta cercando un maestro Jedi di nome Yoda. La creatura dice di sapere chi è Yoda, e lui lo porterà da lui. Mentre mangia nella capanna della creatura, Luke scatta dicendo che stanno perdendo tempo. La creatura inizia a dire che Luke è impaziente e Luke si chiede con chi sta parlando. Poi sente la voce di Obi-Wan e deduce che la creatura è il Maestro Jedi Yoda, e gli chiede di addestrarlo. Dopo un po 'di persuasione, Yoda è d'accordo e iniziano ad allenarsi. Luke viene frustrato quando Yoda gli chiede di spostare la sua nave affondata con la Forza, e gli chiede di provare, ma con sua grande sorpresa, Yoda lo fa e gli dice che non ci sono tentativi, lo fa o no, e se non lo fa credi di poterlo fare, ecco perché fallisce dove Yoda ha successo. Più tardi, Luca entra in una parte della palude dove porta solo la sua spada laser. Mentre è lì, vede un'ombra avvicinarsi e si rende conto che è Darth Vader. I due iniziano a duellare, con Luke che taglia la testa di Vader, solo per vederlo esplodere e rivelare il suo stesso volto. Si rende conto che questa è una visione e torna a Yoda. Mentre si sta allenando, Luca vede una visione dei suoi amici che soffrono in una città di nuvole. Decide di andare ad aiutarli, con grande disapprovazione di Yoda. Lo spirito di Obi-Wan appare e gli dice di non cadere nel Lato Oscuro come fece Vader.

Luke e Artoo arrivano a Bespin , ma vengono subito divisi quando Luke cerca di inseguire Leia, Chewbacca e C-3PO. Luke trova i suoi amici, che erano stati traditi dall'amico di Han Lando Calrissian , detenuti dal cacciatore di taglie Boba Fett e alcuni Stormtroopers. Cominciano a sparargli addosso, ma lo fa fuori in sicurezza. Entra in una stanza, ma è bloccato da Darth Vader, e i due iniziano a duellare. Vader mandava Luke nel pozzo carbonifero per il suo piano di far congelare Luke in carbonite per portarlo all'Imperatore, ma Luke oscilla. Luca non ha abbastanza esperienza per combattere Vader, ma combatte ancora nobilmente. Durante il duello, una finestra di vetro si rompe, rilasciando un vuoto che inizia a succhiarli entrambi. Vader bussa a Luke, ma è in grado di aggrapparsi a un balcone per sopravvivere. Alla fine, Vader fa affondare Luke su una balconata molto alta e gli taglia la mano destra, e precipita giù insieme alla sua spada laser. Vader chiede a Luke se Obi-Wan gli ha detto cosa è successo a suo padre, e Luke risponde che gli ha detto che l'ha ucciso. Tuttavia, Vader lo nega, dicendo che è suo padre. Luke è inorridito quando lo sente, e urla con incredulità e orrore. Vader quindi gli dà la possibilità di unirsi al Lato Oscuro o morire. Luke dice che non può mai tradire i suoi amici, e salta giù, attraversa il tunnel e si blocca su una banderuola per sopravvivere. Chiama Leia, e lei, che è sul Falcon con Chewbacca, Lando, C-3PO e R2-D2, lo sente, e loro tornano indietro per salvarlo.

Di ritorno su una nave medica ribelle, Luke prende una mano protesica e scopre che Vader ha congelato Han nella carbonite e l'ha dato a Boba Fett, che lo sta portando al palazzo di Jabba su Tatooine. Lando e Chewie chiamano dicendo che troveranno Han e Boba Fett, e Luke desidera che la Forza sia con loro. Lui, Leia, C-3PO e R2-D2 guardano tutti nello spazio mentre il Falcon parte mentre la flotta ribelle continua in avanti.

Il ritorno dello JediModifica

Luke invia R2-D2 e C-3PO con un ologramma di lui che fa un accordo per vendere i droidi in cambio di un Han Solo congelato. Jabba rifiuta e prende comunque i droidi. Più tardi viene a salvare i suoi amici, che erano stati catturati nel palazzo di Jabba a causa di un piano di salvataggio andato male. Cerca di negoziare con Jabba, ma Jabba lo inganna e apre la botola su cui si trova, portandolo così alla fossa del rancore. Anche se non ha la sua spada laser, è in grado di attivare una porta che scende e uccide il rancore. Jabba poi lo condanna a essere nutrito con il sarlacc al Great Pit of Carkoon. C-3PO, che è costretto a lavorare per Jabba, chiede se Luke ha qualche ultima parola, e replica che Jabba può lasciarli andare o morire, ma le sue minacce provocano risate da parte di Jabba e tutti a bordo della sua barca a vela. R2-D2, che si trova sulla chiatta a vela di Jabba, gli spara la spada laser di Luke e inizia a massacrare gli uomini di Jabba sui piccoli trasportatori che lui, Han, Chewie e un Lando travestito sono su. Sebbene Han sia temporaneamente cieco, un effetto collaterale del congelamento del carbonio, è in grado di colpire Boba Fett con una delle armi da guardia di Jabba, mandandolo così nella fossa. Luke va sulla chiatta a vela e salva Leia, che ha appena ucciso Jabba, e si girano sulla portaerei in cui si trova il gruppo, e volano via mentre la chiatta esplode dopo che Luke e Leia hanno girato il fucile sul ponte.

Mentre gli altri vanno al rendez-vous ribelle, Luke e R2-D2 vanno a Dagobah per completare l'allenamento di Luke. Mentre è lì, trova Yoda che muore e chiede se può completare il suo addestramento, ma Yoda gli dice che non ha più addestramento, ma deve affrontare Darth Vader per diventare un Jedi. Luke chiede se Vader è suo padre, e Yoda lo conferma, ma prima di morire, dice a Luke che c'è un altro Skywalker. Quindi svanisce e Luke se ne va. Mentre è all'esterno, vede lo spirito di Obi-Wan e gli chiede perché gli abbia detto che Vader ha ucciso suo padre. Obi-Wan dice che da un certo punto di vista, aveva ragione nel dire che il malvagio Anakin Skywalker uccise quello buono e divenne Darth Vader. Luke si rifiuta di uccidere suo padre e chiede cosa intendesse Yoda con un altro Skywalker. Obi-Wan gli dice che ha una sorella gemella da cui è stato separato da bambino per essere al sicuro dall'impero. Luca deduce che è Leia e se ne va. Obi-Wan gli dice che se non uccide Vader, allora tutto è perduto.

Luke torna al rendez-vous e accetta di far parte della squadra di scioperi di Han per la Forest Moon di Endor . Scoprono che l'Impero sta costruendo una nuova Morte Nera e che dovranno prendere il generatore di scudi così che la squadra di Lando possa raggiungerla. Sulla strada per Endor, Luke vede l'ammiraglia della Marina Imperiale, il Super Star Destroyer Executor , e sente che Darth Vader è a bordo. Han è in grado di passare facilmente, e atterrano su Endor. Mentre esplorano la foresta, incontrano una squadra di soldati scozzesi, e il tentativo di Han di portarli fuori fallisce tranquillamente, così Luke e Leia ne inseguono tre su speeders. Luke cavalca con Leia, ma è in grado di prendere l'acceleratore di un altro, e lui e Leia si separano. Luke poi si schianta contro di lui e salta giù, e riflette le esplosioni del soldato con la sua spada laser, prima di tagliare la parte anteriore della moto della speeder, lasciando che lo scout trooper ruoti senza controllo prima di schiantarsi contro un tronco d'albero. Quando Luke incontra il gruppo, scopre che Leia è scomparsa e iniziano a cercarla. Durante la ricerca, trovano un animale morto appeso, e Chewie corre verso di esso, scatenando una trappola, e sono tutti appesi a una rete in alto. Poi delle piccole creature pelose chiamate Ewok escono e li portano nel loro villaggio come prigionieri, con C-3PO come eccezione, trattandolo come un dio. Gli Ewok pianificano di cucinarli e mangiarli, ma C-3PO cerca di fermarli, ma senza successo. Luca gli dica di dire che se non li lasciano andare, allora si arrabbierà e userà i suoi poteri su di loro. Luke lo rende credibile usando la Forza per sollevare C-3PO e li ha liberati. Scoprono che è lì che soggiornava Leia, e tutti hanno una festa mentre C-3PO racconta agli Ewok la storia di quello che era successo da quando Luke si è unito alla ribellione. Un Luke rattristato se ne va nel mezzo, e Leia esce per vedere se sta bene. Qui, Luke le rivela che Vader è suo padre e lei è sua sorella. Leia dice che in qualche modo lei lo sa sempre. Luke dice che più a lungo è con il gruppo, li metterebbe in pericolo e si lascerà ad affrontare Vader.

Luke si lascia catturare dall'Impero e viene portato su Darth Vader su una piattaforma di atterraggio. Luke cerca di convincerlo a unirsi al Lato Buono, ma Vader dice che Anakin Skywalker è morto e sarà sempre Darth Vader.

Vader quindi porta Luke a vedere L'Imperatore nella sua stanza del trono sulla Morte Nera II. Quando arrivano, l'imperatore ordina alle sue guardie di andarsene, e lui e Luke iniziano a parlare. Alla fine, l'Imperatore mostra a Luke che ha creato i ribelli, e sono pronti per l'attacco. Fa vedere a Luke che i suoi amici vengano uccisi mentre cercano di distruggere la Morte Nera. Dà a Luke l'opportunità di prendere la sua spada laser e ucciderlo, ma Luke rifiuta. Con l'Imperatore che lo insulta continuamente, Luke cede e usa la Forza per prendere la sua spada laser; ma mentre sta per colpire, Vader blocca il colpo con la sua spada laser, e duellano ancora una volta. A un certo punto, Luke salta su un balcone alto, e quando rifiuta di arrendersi al Lato Oscuro, Vader lancia la sua spada laser sul balcone, facendo perdere a Luke l'equilibrio e cadendo. Rifiutandosi di combattere contro Vader, Luke si nasconde nell'oscurità, e Vader cerca di farlo arrabbiare. È quando Vader dice che se Luke non si gira, proverebbe a girare invece Leia, che Luke esce e inizia ad attaccare Vader con rabbia per la minaccia della sorella gemella che si unisce ai Sith. Luke ha fermato Vader su un balcone, dove ha tagliato la sua mano da duello. L'Imperatore vuole che Luke uccida Vader, ma dopo essere tornato in sé e aver realizzato che sta per seguire suo padre lungo il sentiero del Lato Oscuro, Luke rifiuta, dicendo che è un Jedi come suo padre. L'Imperatore, che è indignato, spara fulmini dalle sue mani, cercando di uccidere Luke, ma quando Vader vede Luke dolorante, afferra l'Imperatore e lo lancia in una vasta fossa, uccidendolo e compiendo la profezia del Prescelto mentre lui distrugge i Sith e diventa nuovamente Anakin Skywalker, vendicando sua moglie ei suoi peccati passati. Luke riporta Vader ferito a morte su una nave e vuole portarlo a Endor, ma Vader chiede a Luke di togliersi la maschera per poter guardare suo figlio con i suoi due occhi. Luke lo fa e vede una faccia sfregiata, pallida e bianca, che da anni non vede la luce del giorno dal suo duello su Mustafar con Obi-Wan. Luke piange silenziosamente mentre Anakin muore, e lui sale su una navetta e parte con il corpo di suo padre proprio mentre Lando distrugge la Morte Nera II.

Di ritorno su Endor, c'è una celebrazione in onore della sconfitta dell'Impero, alla quale Luke si unisce dopo aver acceso una pira funebre per suo padre. Durante la festa, Luke vede gli spiriti di Obi-Wan, Yoda e Anakin. Sorridono tutti mentre guardano Luke, e lui sorride.

Il risveglio della ForzaModifica

Inizialmente, Luke non ha un aspetto fisico per quasi tutto il film. Tuttavia, è menzionato dal suo vecchio amico e cognato Han Solo e molti altri. Qualche tempo dopo la Battaglia di Endor e la Battaglia di Jakku, rispettivamente, Luke divenne un Maestro Jedi e cercò di stabilire un Nuovo Ordine Jedi addestrando una nuova generazione di Cavalieri Jedi, il primo degli studenti di Luke era il suo nipote Ben Solo e diversi altri Force- utenti. Sfortunatamente, suo nipote cadde sul lato oscuro, mentre Snoke predicava il conflitto interno di Ben, poi divenne noto come Kylo Ren e, aiutato dai Cavalieri di Ren , uccise la maggior parte, se non, tutti gli studenti di Luke.

Luke fu uno dei pochi, probabilmente l'ultimo, che riuscì a sopravvivere e sfuggire al massacro dei Jedi e questa devastante tragedia ritardò notevolmente il suo piano di riportare l'Ordine Jedi alla sua antica gloria. Dopo il massacro dei Jedi, Luke era profondamente addolorato e tormentato dal senso di colpa, incolpando se stesso per la morte dei suoi studenti e per il turno di Ben verso il lato oscuro. Luca poi scomparve misteriosamente, scomparendo nell'esilio autoimposto mentre sceglieva di cercare il Primo Tempio Jedi.

Il Primo Ordine , sotto gli ordini di Snoke , deve trovare e uccidere Luke, poiché Snoke sa che finché Luke è vivo, una nuova generazione di Cavalieri Jedi può risorgere. Luke finalmente fa un'apparizione fisica alla fine del film, ma non parla; Luke si trova sul pianeta Ahch-To , che è costellato di isole, dallo scavenger sensibile alla Forza Rey e dai suoi amici R2-D2 e Chewbacca . Rey presenta Luke con la spada laser di suo padre , mostrando al vecchio Maestro Jedi che è necessario ancora una volta e che si erge come l'ultima speranza nella galassia.

Gli ultimi JediModifica

Luke, dopo una breve occhiata alla prima spada laser di suo padre, la gettò via e lasciò il Plateu, ma fu seguito da Rey, che voleva che lui la addestrasse e aiutasse a sconfiggere il Primo Ordine. Luke rifiutò categoricamente di addestrare Rey nei modi degli Jedi o di aiutare la Resistenza, dichiarando che l'Ordine Jedi doveva finire con lui. Un Rey persistente nutriva la speranza che il leggendario Maestro Jedi le avrebbe insegnato e rifiutò di lasciare Ach-To, anche dopo aver appreso da Chewbacca che Han era morto. Fu solo attraverso l'incoraggiamento di R2-D2 che Luke iniziò ad allenare Rey. Ma nelle sue prime lezioni, Rey lasciò entrare Dark Side e Luke rifiutò di insegnarle ulteriormente. Rey ha anche appreso dal suo legame di forza con Kylo Ren che Luke era stato tentato di uccidere Ben dopo aver scoperto di essere stato sedotto dal lato Oscuro, portandolo a distruggere il nuovo Ordine Jedi di Luke e prendere con sé parecchi apprendisti; quelli che sarebbero diventati i Cavalieri di Ren. Credendosi responsabile della caduta di Ben, Luke venne a cercare Ach-To in modo che potesse morire e terminare con lui l'Ordine Jedi. Rey affrontò e duellò Luke, prima di dirgli che avrebbe cercato di riportare Ben alla Luce, sebbene Luke non fosse d'accordo e le disse che questo non sarebbe finito come pensava, facendola andare via. Dopo che lo spirito di Yoda visitò Luke per ispirarlo che Rey era il futuro degli Jedi, Luke Force si proiettò sul pianeta Crait per distrarre Ben e il Primo Ordine abbastanza a lungo da ciò che rimaneva della Resistenza per sfuggire al Millennium Falcon. Luke ha giocato con Ben prima di rivelarsi una proiezione e ha proclamato che avrebbe perseguitato Ben e che non sarebbe stato l'ultimo Jedi, prima di scomparire. Esausto, Luke tornò in cima alla roccia meditativa e finalmente in pace, divenne uno con la Forza.

VideogiochiModifica

Disney INFINITYModifica

Luke Skywalker è apparso nel terzo episodio di Disney INFINITY come personaggio giocabile. È giocabile nel set di gioco Rise Against the Empire e può essere utilizzato anche nei set di Twilight of the Republic e The Force Awakens se il giocatore raccoglie la sua moneta campione in ogni set di gioco. Come tutti gli altri personaggi, è giocabile nella Toy Box 3.0. Nel suo albero delle abilità, la sua mossa speciale è il suo Force Dash.

In The Rise Against the Empire Play Set, che è una trama alternativa della Trilogia originale, sfugge alla Morte Nera con Leia, Han e Chewie, seguendo C-3PO e R2-D2 in una capsula di salvataggio che si dirige verso Tatooine. Non appena atterrano, si recano a casa di Ben, dove dicono a Ben che R2-D2 ha intenzione di sconfiggere l'Impero e che devono inviare R2-D2 ad Alderaan. Prima di andarsene, Ben mostra a Luke la spada laser usata da Anakin, dicendogli che Vader ha ucciso suo padre. Alla fine, il gruppo ottiene abbastanza credito per comprare il Millennium Falcon da Jabba the Hutt e inizia a cercare Alderaan. Tuttavia, quando arrivano al suo posto, scoprono che era già stato distrutto dalla Morte Nera, e poi il Millennium Falcon viene risucchiato dal raggio del trattore della Morte Nera. Mentre Ben va a trovare Vader, Luke viaggia intorno alla Morte Nera con Han, Leia e Chewie per disattivare gli alimentatori del raggio del trattore. Quando tornano al Millennium Falcon, un esercito di stormtroopers sta aspettando. Dopo che gli assaltatori sono stati sconfitti, notano Ben in un duello con la spada laser con Vader. Ben viene ucciso da Vader, poco prima che Luke se ne vada con gli altri, sentendosi profondamente rattristato dalla morte di Ben. Con i piani, Luke e gli altri riescono a distruggere la Morte Nera.

Successivamente, si dirigono a Hoth per stabilirsi nella base. Presto, l'Impero li trova, usando AT-AT Walker per attaccarli. Con successo, Luke e gli altri prendono gli AT-AT prima che possano distruggere la base. Dopo aver portato i soldati nel punto di evacuazione, Vader arriva con un esercito di assaltatori, rivelando a Luke che è suo padre. Scioccato da ciò, Luke annuncia che non si unirà mai al Lato Oscuro, appena prima di lasciare Han, Leia, C-3PO e R2-D2 sul Millennium Falcon per andare su Endor a distruggere un generatore di scudi che sta proteggendo un secondo Morte Nera. Dopo che lo scudo è calato, Luke si reca alla seconda Morte Nera per affrontare Vader, mentre Leia, Han e Chewie si uniscono a lui. Nel momento in cui incontrano Vader, entrano in una battaglia con lui. Palpatine tenta presto di uccidere Luke con i suoi poteri, mentre tiene indietro i suoi amici, ma Vader riformula e getta Palpatine nella fossa. Prima che Vader muoia, ammette con Luke che aveva ragione sul fatto che c'era qualcosa di buono in lui. Il gruppo quindi entra nel Millennium Falcon e lavora insieme per distruggere la seconda Morte Nera, con la loro celebrazione che si svolge su Endor.

Star Wars: Force ArenaModifica

Luke Skywalker è un personaggio giocabile in Star Wars: Force Arena come carta leader della squadra leggendaria. Ci sono due varianti di Luke Skywalker nel gioco. La prima variante normale è basata sulla sua apparizione in Star Wars: Una nuova speranza e la seconda variante è una variante a tempo limitato basata su concept art di Luke in A New Hope, pubblicata per celebrare il 40 ° anniversario di Star Wars.

Cookie's Crumby Pictures: Star S'Mores (schizzo di Sesame Street )Modifica

Luke Skywalker è parodiato in un "trailer" per Star S'Mores come Luke Piewalker , interpretato da Peter Linz in una voce che corrisponde a quella di Mark Hamill durante Una nuova speranza.

Dietro le quinteModifica

Nelle prime stesure della storia di Star Wars, il ruolo di Luke Skywalker di eroe Jedi trasformato in un contadino era pieno di Annikin Starkiller, un personaggio che combinava i tratti di Anake Skywalker di Luke e Prequel. Il nome Starkiller è stato cambiato in "Skywalker", che ha avuto connotazioni meno violente, in ritardo nello sviluppo della sceneggiatura. "Starkiller" divenne in seguito il nome dell'apprendista segreto di Darth Vader nel videogioco The Force Unleashed. Il nome di Starkiller sarebbe stato utilizzato anche in seguito per la superarma che appare in Il risveglio della Forza.

Luke Skywalker è stato interpretato da Mark Hamill nella Trilogia originale di Star Wars, lo Star Wars Holiday Special e altri media, tra cui uno spot per la serie di libri New Jedi Order , Robot Chicken: Star Wars e un episodio di The Muppet Show . Riprende il ruolo in Il risveglio della Forza e Gli ultimi Jedi.

In La vendetta dei Sith, Aidan Barton apparve brevemente come i bambini Luke e Leia. Diversi doppiatori hanno interpretato Luke nei drammi radiofonici e nei videogiochi di Star Wars, tra cui Bob Bergen, Joshua Fardon e Mark Benninghofen.

Le relazioniModifica

FamigliaModifica

Anakin Skywalker / Darth VaderModifica

Luke non incontrò suo padre fino a diciannove anni dopo la sua nascita. Quando il vecchio mentore di suo padre gli disse quanto era grande un Jedi Anakin, Luke sviluppò molto rispetto per suo padre. Obi-Wan disse a Luke che la persona che uccise suo padre era Vader e quindi, Luke sviluppò un profondo odio nei confronti di Vader, inconsapevole al tempo in cui Anakin e Vader erano la stessa cosa.

In L'Impero colpisce ancora, Luke, che ora ha ventitré anni, incontra direttamente Vader e quando quest'ultimo rivela che è suo padre, Luke non gli credette all'inizio, finché non disse a Luke di usare la Forza per confermare la sua richiesta. Luke obbedì e fu inorridito dalla verità.

Per gli eventi di Il ritorno dello Jedi, Luke aveva accettato che Vader fosse suo padre, e il suo odio verso suo padre era completamente scomparso, trasformato in amore e speranza. Come la sua defunta madre Padmé Amidala, Luke credeva che ci fosse ancora una buona sinistra in suo padre e che potesse essere riscattato.

Luke non riusciva a concepire di uccidere suo padre, nonostante conoscesse tutte le cose terribili e inenarrabili che aveva fatto. Nell'incontro finale di Luke con Vader sulla seconda Morte Nera , Anakin ha letto la mente di suo figlio e ha scoperto che ha un secondo figlio, e che questa bambina è Leia. Vader l'ha usato per esaltare Luke con il suggerimento; "se non ti volgi al lato oscuro forse lo farà". Luke si infuriò per questo e attaccò suo padre per la rabbia, perdendo il controllo per un momento nella protezione di sua sorella. Quando Luke si rese conto di ciò che aveva fatto a suo padre, si sentì immediatamente colpevole e pieno di rimorso.

Quando Palpatine stava torturando Luke fino alla morte (usando il fulmine della Forza), Luke gridò aiuto a suo padre, al quale Anakin rispose uccidendo il suo padrone per salvare suo figlio, ferendosi mortalmente nel processo. Negli ultimi momenti di suo padre, voleva vedere suo figlio con i suoi occhi. Comprendendo che Anakin stava morendo, Luke concesse a suo padre quest'ultima richiesta. Luca e Anakin fanno pace prima di morire e diventano tutt'uno con la Forza. Luke fu profondamente rattristato quando suo padre morì e, per grande rispetto di suo padre, Luke gli diede un funerale Jedi.

Padmé AmidalaModifica

Dopo la sua nascita, l'unica interazione diretta che Luke ha avuto con Padmé, è stata quella in cui lei gli ha toccato il ventre, segno del suo amore e del suo affetto per suo figlio. Poco dopo aver dato alla luce sua sorella gemella Leia, muore. Padmé credeva che Luke, insieme a Leia, potesse salvare il padre Anakin e riscattarlo. Luke è triste per non aver mai conosciuto sua madre, ma è legato a lei onorando la sua fede e condividendo la sua speranza.

Owen LarsModifica

Dopo che il padre di Luke, Anakin Skywalker, si rivolse al lato oscuro e abbracciò la sua nuova identità come Darth Vader, Luke fu portato a Tatooine da Obi-Wan Kenobi (l'ex mentore di suo padre) per essere cresciuto dal suo patrigno Owen e sua moglie Beru . Cresciuto su Tatooine, Luke mantenne una relazione tesa con Owen, nonostante il suo amore per lui per lui, a causa del fatto che suo zio sembrava persistentemente intenzionato a trattenerlo e inventare scuse per impedire a Luke di lasciare Tatooine. Ignoto a Luke in quel momento, era la profonda paura di Owen che il suo nipotino seguisse le orme di suo padre e finisse morto. Owen credeva che stesse proteggendo il suo nipotino, tuttavia, non riuscì a rendersi conto che mentre correva fuori dalle scuse per impedire a Luke di lasciare l'inevitabilità si avvicinava a Luke per scoprire la sua eredità Jedi.

Quando Luke imparò da Obi-Wan a proposito del figlio di suo padre; avendo saputo che suo padre non era mai stato un navigatore su un mercantile di spezie, ma un cavaliere Jedi che combattè nelle Guerre dei Cloni, Luke si infuriò del fatto che il suo patrigno gli avesse mentito per tutta la vita su chi fosse realmente suo padre. Tuttavia, questo, non ha alterato la cura che ha tenuto per Owen, come dimostrato dai suoi sforzi per salvarlo dagli assaltatori, quando ha scoperto che gli assaltatori avevano rintracciato la vendita di C-3PO e R2-D2 (quest'ultimo droide che deteneva la Piani della Morte Nera). Sfortunatamente, Luke fu troppo tardi per salvare il suo patrigno e fu devastato dalla sua morte. In seguito lasciò Tatooine, diventando ciò che Owen non riuscì a impedire, un Cavaliere Jedi, come suo padre.

Beru Whitesun LarsModifica

Beru era la moglie di Owen Lars e lei, insieme a suo marito, allevò Luke durante la sua infanzia su Tatooine. Lei e Luke avevano una relazione molto stretta. Beru avrebbe spesso difeso gli interessi di Luke contro Owen, che era iperprotettivo per paura che un giorno Luke potesse seguire le orme di Anakin. Beru non condivideva queste paure e nemmeno incoraggiava il suo Luke a seguire i suoi sogni.

Dopo il fallito tentativo di Luke di salvarla dagli Stormtroopers e il cuore spezzato dalla sua morte - lasciò Tatooine - poiché non c'era più niente che potesse trattenerlo lì.

Leia OrganaModifica

Luke e Leia furono separati dopo la loro nascita, non incontrò la sorella gemella fino a diciannove anni dopo. La prima impressione di Luke di Leia quando la vide in un ologramma fu; "Lei è bellissima". Luke, insieme a Han Solo la salvano dalla prima Morte Nera .

Per gli eventi di L'Impero colpisce ancora, la cotta di Luke su Leia era completamente scomparsa, dato che la considera un'amica solo, divenne seccante quando Leia lo baciò in un fallito tentativo di dimostrare che non aveva alcun sentimento romantico per Han.

In Il ritorno dello Jedi, Luke scopre che Leia è la sua sorella gemella più giovane e prima di lasciarsi catturare dall'Impero; egli rivela queste informazioni a lei e che Vader era il loro padre. Non è eccessivamente sorpresa perché c'era sempre una parte di lei che sospettava la relazione tra lei e Luke. Vader avrebbe usato la devozione di Luke per sua sorella come catalizzatore verso la sua rabbia, minacciando di trasformare Leia se Luke non voleva. Dopo la seconda Morte Nera, Luke si unisce ai ribelli nella loro ultima vittoria contro l'Impero. Luke e Leia si abbracciano amorevolmente come fratello e sorella.

Ben Solo / Kylo RenModifica

Quando Ben iniziò a lottare con la sua oscurità interiore - fu mandato a studiare sotto la tutela di Luke su richiesta di sua madre, Leia, nella speranza di impedirgli di finire come suo nonno materno, Anakin Skywalker. Luke insegnò a Ben le vie del lato Luce della Forza e il combattimento con la spada laser .

Sfortunatamente, ha commesso un errore cercando di ucciderlo dopo aver percepito la sua più forte connessione con l'oscurità e questo si è rivelato estremamente disastroso, poiché la precedente fede di Ben nello suo zio è stata distrutta e divenne noto come Kylo Ren e aiutato dai Cavalieri di Ren , che era un po 'degli apprendisti di Luke che aveva trasformato, uccise la maggior parte degli apprendisti di Luke; questo atto ritardò di molto il piano di suo zio per ripristinare l'ordine Jedi alla sua precedente gloria e lasciò lo zio abbattuto, mentre Kylo continuò a terrorizzare la galassia come leader del Primo Ordine.

Luke fu uno dei pochi che riuscì a sopravvivere e sfuggire al massacro dei Jedi. Dopo il massacro dei Jedi, Luke era profondamente addolorato e tormentato dal senso di colpa, incolpando se stesso per la morte dei suoi studenti e per il turno di Ben verso il lato oscuro.

Luke poi misteriosamente scomparve; mentre si imbarcava in una ricerca per cercare il Tempio Ahch-To Jedi . Kylo, ​​agli ordini di Snoke , è incaricato di trovare e uccidere Luke. Snoke sa che finché Luke è vivo, una nuova generazione di Cavalieri Jedi può risorgere ancora una volta.

Luke arrivò a disprezzare Kylo Ren per la sua distruzione dell'Ordine Jedi di Luke e credette di non poter mai tornare alla Luce. Tuttavia, ha mostrato un po 'di rimorso per non aver fermato la sua caduta al Lato Oscuro, ma ciò nonostante non attenua l'opinione di Luke nei confronti di Ben.

Amici e alleatiModifica

Obi-Wan KenobiModifica

Dopo che Luke nacque, Obi-Wan lo portò a Tatooine, per essere cresciuto dal fratellastro di suo padre Owen Lars e da sua moglie Beru Whitesun , al fine di proteggerlo da Palpatine. Obi-Wan lo osservò per diciannove anni. Prima di scoprire la vera identità di Obi Wan, Luke credendo che fosse uno strano eremita, con il nome di Ben Kenobi.

All'arrivo di R2-D2 e C-3PO, Luke apprese dell'identità e della vita di Obi-Wan come un Jedi. Dopo questa conoscenza, ha ottenuto grande rispetto e ammirazione per il Maestro Jedi. Durante il loro viaggio verso Alderaan , i due divennero presto buoni amici. Sulla prima Death Star, Obi-Wan fu ucciso da Darth Vader mentre tentava di scappare. Luke fu devastato dalla morte del suo mentore, ma continuò a combattere nella Guerra Civile Galattica, così che la morte di Obi-Wan non sarebbe stata vana.

Quando scoprì che Vader era suo padre, Luke si arrabbiò che Obi-Wan aveva ingannato e mentito a lui, ma alla fine lo perdonò.

Han SoloModifica

Inizialmente, Luke ebbe una relazione rocciosa con Han, poiché Han era un contrabbandiere avido ed egoista all'epoca. Durante il salvataggio di Leia e la fuga dalla prima Morte Nera, divenne estremamente infastidito dalla sconsideratezza di Han, che li mise a rischio e quasi li fece catturare più volte. Durante la Battaglia di Yavin, tuttavia, Vader riesce quasi a uccidere Luke e Han lo salva - dopo questo l'opinione di Luke sui cambiamenti di Han - e diventano amici intimi.

Qualche tempo dopo la battaglia di Endor, Han sposò Leia Skywalker, diventando cognato di Luke.

ChewbaccaModifica

Luke incontrò per la prima volta Chewbacca nella cantina di Mos Eisley, quando Obi-Wan Kenobi assunse lui e Han Solo per contrabbandarlo, Obi-Wan, C-3PO e R2-D2 ad Alderaan, sebbene non avessero molta interazione l'uno con l'altro. Tuttavia, durante la Guerra Civile Galattica i due diventano amici intimi.

In Il ritorno dello Jedi, dopo che lui e Lando Calrissian hanno distrutto la seconda Morte Nera; sconfiggendo l'Impero una volta per tutte, Chewbacca celebra la vittoria dei suoi compagni e il ricongiungimento con Luke, felice che il suo amico sia sopravvissuto alla Battaglia di Endor.

YodaModifica

Luke incontrò per la prima volta Yoda su Dagobah (come gli fu ordinato di andare lì dallo spirito di Obi-Wan Kenobi). La prima impressione di Luke su Yoda fu quella di uno strano, ma innocuo eremita, tuttavia, dopo aver passato molte ore su Dagobah, realizzò che l'alieno verde era, in effetti, un utente della Forza come lui e l'ultimo Maestro Jedi sopravvissuto nella galassia . Lo scopre quando Yoda inizia a parlare con Obi-Wan attraverso la Forza. All'inizio, Luke si chiede con chi sta parlando, finché non sente la voce di Obi-Wan. Yoda inizialmente si rifiuta di addestrare Luke come Jedi (nonostante il fatto che nella galassia siano rimasti pochissimi Jedi), in parte a causa della sua età e soprattutto perché si crede che Luke sia troppo simile a suo padre, Anakin Skywalker, nella personalità (spericolato, impulsivo, irascibile e dalla testa calda).

Alla fine Yoda fu persuaso, sebbene a malincuore, da Obi-Wan ad accettare Luke come tirocinante. Yoda inizia quindi ad addestrare Luke nei modi del lato Luce della Forza e nel combattimento con la spada laser, ma lo avverte anche dei pericoli e dell'esca del lato oscuro della Forza. Luke era stato su Dagobah per almeno un anno e aveva grande rispetto per l'anziano Maestro Jedi - avendo lo stesso livello di rispetto per Yoda che suo padre aveva avuto.

Luke ha una visione dei suoi amici nel dolore e se ne va per salvarli, abbandonando il suo addestramento, con grande disapprovazione di Yoda e nonostante Yoda abbia affermato che la visione che Luke aveva potrebbe non realizzarsi. Tre mesi dopo, Luke torna da Dagobah (dopo aver salvato Han Solo da Jabba the Hutt) per completare il suo addestramento Jedi - ma è devastato nello scoprire che Yoda sta morendo. La perdita è profonda poiché non aveva completato il suo addestramento Jedi e molto più a causa di quanto era diventato vicino al Maestro Jedi. Yoda rassicura Luke che non c'è bisogno di più addestramento e che ha imparato tutto ciò che aveva bisogno di sapere.

Chiede a Yoda se ora è un Cavaliere Jedi e Yoda afferma che deve prima affrontare Darth Vader - solo allora sarebbe diventato un Cavaliere Jedi - al quale Luke afferma di aver già avuto. Luke chiede se Vader è suo padre e Yoda conferma questa verità. Luke si arrabbiò che Yoda aveva saputo per tutto il tempo chi era suo padre, ma si era astenuto dal dirglielo ma lo aveva perdonato al momento della sua morte. Yoda cerca di dire a Luke dell'esistenza di sua sorella gemella (Leia Organa), ma afferma solo che ce n'è un'altra, e muore prima che abbia la possibilità di finire la sua dichiarazione. Luke si addolora per la morte del suo mentore.

Luke avrebbe tentato di realizzare il desiderio di Yoda di far rivivere i Jedi, ma il turno di suo nipote di Ben verso il Lato Oscuro distrusse completamente i suoi piani. Nel suo dolore e amarezza, Luke perse ogni desiderio di far rivivere i Jedi e considerò il suo lascito come un fallimento.

Tuttavia, nonostante gli anni in cui Luke tentò di abbandonare l'ultimo desiderio di Yoda, quando Yoda venne da lui come un fantasma della forza, il defunto ex gran maestro sembrò non esserne stato offeso, apparentemente capendo perché lo fece. Luke mantenne ancora il suo rispetto per Yoda e il loro discorso permise a Luke di perdonare se stesso.

ReyModifica

Prima che Rey incontrasse ufficialmente Luke, aveva sentito molto parlare del Maestro Jedi, ma credeva che fosse solo un mito e una leggenda; fino a quando incontrò Finn che le disse che BB-8 aveva una mappa per la posizione di Luke, dopo che Rey fu catturato da Kylo Ren (visto che aveva visto la mappa che BB-8 aveva) il nipote di Luke, resistette al suo tentativo di sondare la sua mente per la mappa della posizione di Luke, nonostante non conoscesse personalmente il Maestro Jedi, probabilmente ha sviluppato un grande rispetto per quest'ultimo.

Rey va ad Ahch-To, dove incontra Luke e lo presenta con la spada laser di suo padre, mostrando all'anziano Maestro Jedi che la galassia ha ancora bisogno di lui, mentre rimane in silenzio.

Nel prossimo film, Luke inizialmente rifiutò di addestrare Rey, credendo che i Jedi dovessero finire con lui. Tuttavia, dopo aver ascoltato una registrazione di Obi Wan Kenobi, Luke ha scelto di dare alcune lezioni a Rey. Presto arrivò a temere il suo potere e la mancanza di paura nel trattare con il Lato Oscuro. Dopo aver saputo che Rey e Kylo avevano comunicato dietro le sue spalle, Luke era furioso con lei e Rey lo aveva attaccato per il disgusto per il tentativo di Luke sulla vita di Ben. Tuttavia, Rey non è all'altezza delle abilità superiori di Luke e delle abili forze e viene presto disarmato facilmente e la sua capanna è stata fatta a pezzi. Luke ammette ciò che ha fatto, ma si rifiuta di considerare che Kylo potrebbe essere riscattato.

Alla fine, comunque, Luke viene per rispettarla e apprezzarla. La riconobbe come l'ultimo Jedi e morì pacificamente, dopo aver acceso la rinascita dello Jedi attraverso Rey.

NemiciModifica

Sheev Palpatine / Darth SidiousModifica

A differenza di suo padre, Anakin Skywalker all'inizio, Luke odiava Palpatine sin dalla tenera età; Inizialmente, Luke non ha avuto alcuna interazione diretta con Palpatine. Tuttavia, si risentì di quest'ultimo perché era il capo tirannico dell'Impero Galattico che opprimeva il popolo della galassia.

In Il ritorno dello Jedi, Luke impara da Yoda e Obi-Wan; che Palpatine era responsabile per il fatto che suo padre diventasse Darth Vader e che l'odio di Luke per Palpatine aumentasse ancora di più. Palpatine cercò di portare Luke dalla sua parte nello stesso modo in cui aveva portato Anakin, ma Luke lo vide e rifiutò. Irritato, Palpatine cercò di ucciderlo, ma Vader divenne di nuovo Anakin e lo uccise.

Jabba the HuttModifica

Jabba era stato il nemico di Luke fin da quando Boba Fett consegnò Han Solo alla casa dell'ex.

GalleriaModifica

Per approfondire, vedi la voce Luke Skywalker/Galleria.

BanalitàModifica

  • Robby Benson ha fatto un'audizione per interpretare Luke, ma ha perso questo ruolo per Mark Hamill.
  • Nel 2008 , il personaggio è stato selezionato dalla rivista Empire come il 54 ° personaggio cinematografico più grande di tutti i tempi.
  • Luke è elencato al numero 14 dei Fandomania.com 100 Personaggi di fantasia più grandiosi.
  • Dopo la morte di suo padre Anakin Skywalker , Luke è ora il più potente utente della forza nell'universo di Star Wars .
  • In Una nuova speranza, la frase di Luke "Non vedo niente in questo elmo" non è stata scritta. Mark Hamill ha detto questo a Harrison Ford quando pensava che le telecamere avevano smesso di rotolare. Ma i registi hanno deciso di lasciare la linea.