FANDOM


Il re leone II - Il regno di Simba (ri-intitolato Il re leone 2 - Il regno di Simba) è un film d'animazione direct-to-video prodotto da Walt Disney Pictures. Ispirato alla tragedia Romeo e Giulietta di William Shakespear, è il sequel del classico Disney del 1994 Il re leone.

TramaModifica

Gli animali delle Terre del Branco si riuniscono per testimoniare la celebrazione della neonata cucciola Kiara, figlia del re Simba e della regina Nala. Crescendo, Kiara mostra un atteggiamento ribelle nei confronti del padre, che è iperprotettivo con lei in quanto non vorrebbe che le capitassero le brutte cose che sono capitate a lui da piccolo e, preoccupato, dà a Timon e Pumbaa il compito di tenere d'occhio la figlia. Kiara riesce però a sfuggire all'attenzione del duo e ad entrare nelle "Terre di Nessuno", dove il padre le aveva proibito di spingersi e dove incontra Kovu, un cucciolo che si dice sia l'erede di Scar. Quando Kovu si mette a giocare con Kiara, Simba appare dal suo nascondiglio (aveva seguito personalmente la figlia, non fidandosi completamente di Timon e Pumbaa, non abbastanza scaltri per tenere testa alla piccola Kiara) e ruggisce al giovane cucciolo, e poi compare anche Zira, madre di Kovu (che li stava tenendo d'occhio nascosta tra i cespugli). Zira e Simba si confrontano e la leonessa ricorda a Simba di come lui abbia esiliato lei e una serie di altri leoni, i Rinnegati, dicendogli che Kovu era stato scelto per essere il successore di Scar; Simba rifiuta qualsiasi spiegazione e torna alle Terre del Branco con Kiara, approfittando per farle una predica sui pericoli che comporta entrare nelle Terre di Nessuno e accompagnarsi a Kovu, che, nonostante sia solo un cucciolo, è pur sempre uno dei Rinnegati.

Similmente, Zira rimprovera Kovu per essere entrato in contatto con un'abitante delle Terre del Branco, la quale è addirittura la figlia di Simba, colui che ha ucciso Scar e ha esiliato i leoni a lui fedeli, cioè lo stesso branco di cui Kovu e Zira fanno parte. Kovu dice che lui non pensa che sia una brutta cosa avere Kiara come buona amica: sentendo queste parole, Zira si rende conto di poter usare l'amicizia di Kovu e Kiara per arrivare a Simba al fine di eliminarlo, e presto trama un piano per vendicarsi.

Anni dopo, Kiara esce per la sua prima caccia in solitaria. Nuka e Vitani, fratelli di Kovu, provocano un incendio in cui la intrappolano e permettono a Kovu di salvarle le vita, affinché si conquisti la fiducia di Kiara e Simba. Simba però, non volendo proprio ringraziare il giovane leone, è costretto ad accettarlo nelle Terre del Branco come segno di fiducia e graditudine nei suoi confronti. Kovu ha portato a termine la prima parte del piano architettato da Zira: ora non gli resta che attaccare Simba a sorpresa e ucciderlo, permettendo ai Rinnegati di tornare e regnare. Zira ha però sottovalutato il rapporto tra Kiara e il figlio, che rimanda il termine ultimo del proprio piano e va a caccia con Kiara; il rapporto tra i due appare saldo e realmente amichevole, al punto che Kovu tenta di confessare la propria missione a Kiara, ma in quel momento appare il babbuino Rafiki, che li conduce nella giungla, dove li introduce a "Upendi", cioè all'amore. L'amicizia tra Kovu e Kiara si tramuta così in vero amore.

Alla fine il senso di colpa spinge Kovu a confessare la sua missione a Kiara, per mostrare il proprio pentimento e avere qualche possibilità, ma Simba si frappone tra i due e porta Kovu con sè attraverso il regno per raccontargli la vera storia di Scar, nella versione che Kovu non aveva mai sentito, che spiega quanto Scar sia davvero stato cattivo. Tuttavia i due cadono casualmente in un agguato del branco di Zira, teso appositamente per dare a Kovu l'opportunità di uccidere Simba, ma il giovane leone, compresa la situazione, per evitare di compromettersi sia con Simba che col proprio branco, non agisce e evita la trappola insieme a Simba. Nuka, volendo dare una dimostrazione di forza, cerca di far capire a Zira che riuscirà a catturare Simba spiccando un balzo, ma rimane ucciso quando alcuni dei tronchi usati per la trappola stessa lo schiacciano a morte. Zira incolpa Kovu della morte di suo fratello e gli graffia l'occhio per la rabbia e la frustrazione, sfregiandogli la faccia e lasciandogli una cicatrice simile a quella che Scar aveva sull'occhio. Simba, data la situazione, comprende che Kovu non era stato sincero ed era entrato in contatto con lui e la figlia solo per ucciderlo. Kovu, disperato per non essere riuscito a comunicare in tempo il proprio pentimento, tenta di tornare alle Terre del Branco per supplicare Simba di perdonarlo, ma viene respinto e prontamente esiliato. Scontenta della situazione creatasi, Kiara implora il padre di ripensarci, ma Simba non vuole sentire ragioni, allora Kiara lo critica per essere giunto a una conclusione affrettata e lo apostrofa dicendogli che non potrà mai essere saggio come Mufasa, poi fugge via alla ricerca di Kovu. I due giovani leoni si ritrovano e si dichiarano il proprio amore, e Kiara cerca, riuscendoci, di convincere Kovu a tornare con lei nelle Terre del Branco, ignorando l'esilio a cui lo aveva condannato Simba. Nel frattempo, Simba viene informato di un attacco ai confini da parte dei Rinnegati.

Simba corre disperatamente ai confini del regno, dove i Rinnegati e i leoni delle Terre del Branco si scontrano. Zira e Simba si affrontano, ma Kovu e Kiara intervengono e dicono loro di fermare le ostilità, affermando che non vi è motivo di sostenere un conflitto, perché in fondo loro sono tutti uguali. Simba, dopo aver ascoltato la spiegazione di Kiara riguardo all'essere clemente con Kovu e compagni, che sono leoni come loro, si riconcilia con la figlia e permette ai Rinnegati di smettere di vivere da esiliati, dichiarandosi pronto ad accoglierli nuovamente nelle Terre del Branco se loro fossero stati disposti a dimenticare il passato. A poco a poco, tutti i Rinnegati decidono di accettare la proposta. Zira chiede allora a Vitani di uccidere Simba, ma Vitani si rifiuta, dicendo che Kiara ha ragione. Zira la minaccia di morte, ma a poco a poco tutte le leonesse Rinnegate decidono di seguire Simba. Zira apostrofa duramente gli ormai ex componenti del suo branco e, nonostante anche lei abbia ricevuto il perdono del Re, dichiara che sarà sempre fedele a Scar e tenta di attaccare Simba, ma Kiara la spinge facendola finire su una rupe, a penzoloni su un precipizio (come Mufasa anni prima). Kiara, però, diversamente da Scar durante l'antico e tragico episodio, si sporge sulla rupe e offre a Zira il suo aiuto allungandole una zampa, ma lei si rifiuta e preferisce precipitare, morendo. Simba aiuta Kiara a risalire dalla rupe e, insieme a Nala, agli ex Rinnegati e a Kovu, torna alle Terre del Branco. Qui, sulla Rupe dei Re, annuncia i nuovi membri del branco e accetta ufficialmente Kovu come futuro re; con il suo bastone Rafiki "sposa" Kiara e Kovu, diventati ora principessa e principe. Simba alza gli occhi al cielo e una brezza gli accarezza la criniera. Si tratta di Mufasa, che gli sussurra: "Ben fatto, figliolo... Siamo un'unica realtà!"

PersonaggiModifica

  • Matthew Broderick dà voce a Simba, il protagonista del film originale. Divenuto padre dopo gli eventi del primo film, si ritrova sulle spalle il peso dell'eredità di suo padre. Voce italiana di Riccardo Rossi (dialoghi) e Roberto Stafoggia (canto).
  • Neve Campbell dà voce a Kiara, figlia di Simba e Nala ed erede al trono delle Terre del Branco. Ansiosa di diventare regina, stringe amicizia di Kovu per poi innamorarsene. Voce italiana di Manuela Cenciarelli (dialoghi) e Renata Fusco (canto).
  • Jason Marsden dà voce a Kovu, erede scelto da Scar e figlio di Zira, allenato da quest'ultima per diventare un assassino. Infine si innamora di Kiara. Voce italiana di Alessandro Quarta (dialoghi) e Stefano Rinaldi (canto).
  • Suzanne Pleshette dà voce a Zira, seguace di Scar e antagonista principale del film. Rancorosa per la morte di Scar, ambisce alla vendetta contro Simba. Voce italiana di Paola Tedesco.

ProduzioneModifica

Una discussione, su un possibile sequel al Re Leone, iniziò ancor prima che il primo film raggiungesse anche i teatri. La maggior parte del cast originale riprendeva i ruoli del primo film, con le notevoli eccezioni di Rowan Atkinson, che venne sostituito da Edward Hibbert come doppiatore di Zazu in questo film e nel suo sequel/prequel Il re leone 3 - Hakuna Matata, anche Jeremy Irons, venne rimpiazzato come doppiatore di Scar, a cui venne data la voce di Jim Cummings. Inoltre, Madge Sinclair, che dava voce alla madre di Simba, Sarabi, morì un anno dopo il rilascio del primo film ; quindi il suo personaggio non appare nel film.

AccoglienzaModifica

Nonostante le recensioni contrastanti della critica, il film venne accolto calorosamente dal pubblico ed fu un successo, e anche i DVD, vendettero bene.

Voci correlateModifica

v - m - d
Releone
Media
Film: Il re leoneIl re leone 2 - Il regno di SimbaIl re leone 3 - Hakuna MatataThe Lion Guard - Il ritorno del ruggitoRemake in live-action
Televisione: Timon e PumbaaThe Lion Guard
Musica: Il re leoneIl re leone 2 - Il regno di SimbaThe Lion Guard
Videogiochi: Il re leoneIl re leone: La grande avventura di SimbaKingdom Hearts IIDisney UniverseDisney Infinity 2.0Disney Crossy Road
Personaggi
Originali: SimbaNalaMufasaScarRafikiTimonPumbaaZazuShenzi, Banzai ed EdSarabiSarafinaCitello
Sequel: KiaraKovuZiraVitaniNukaRinnegatiMadre di TimonZio Max
The Lion Guard: KionBungaFuliBeshteOnoTiifuZuriJanjaCheeziChunguMzingoMakuuJasiriMa TemboReireiGoigoiDogoPadre di NalaMakucha
Luoghi
AfricaFiume ZuberiMonte KilimanjaroRupe dei ReTerre del BrancoDesertoPozza dell'AcquaCimitero di ElefantiGolaGiunglaGrande FiumeAlbero di RafikiTerre di Nessuno
Canzoni
Il re leone: Il cerchio della vitaIl rapporto del mattinoVoglio diventar presto un reSarò reHakuna MatataL'amore è nell'aria staseraHula
Il regno di Simba: Lui vive in teUn'unica realtàLa mia ninnanannaUpendiTu non sei come noiL'amore troverà la via
Hakuna Matata: Scava una tanaGattona, annusa, sobbalzaIl leone si è addormentatoGiorno notte
The Lion Guard: È in arrivo la Lion GuardÈ una bella giornataZuka ZamaStanotte è la notteUn leaderSei come me (Sisi Ni Sawa)Non puzzareBunga il saggioGli impegni del Re LeoneLo stile sciacalloUn giorno di pace e armoniaA modo mioUtamuBabbuiniChe faremo noiA testa altaFujo