FANDOM


Frozen - Il regno di ghiaccio (Frozen) è il cinquantatreesimo classico Disney, ispirato alla fiaba La regina delle nevi di Hans Christian Andersen.

Nel 2015 ha avuto un sequel, un cortometraggio chiamato Frozen Fever trasmesso nelle sale cinematografiche insieme al film in live-action Cenerentola. Inoltre è stata confermata la produzione di un sequel vero e proprio, ma al momento non se ne sa ancora nulla.

TramaModifica

La principessa di Arendelle, la piccola Elsa, è nata con un dono magico: un controllo totale sul ghiaccio e sulla neve che all'apparenza è divertente ma nasconde una forza spaventosa. Una notte, giocando con la sorellina Anna ,involontariamente rilascia un getto di ghiaccio che gela la testa alla bambina facendole perdere i sensi. Il Re e la Regina decidono di portare la figlia dai troll, il cui capo, Granpapà, riesce infatti a curare Anna cancellandole però ogni ricordo della magia di Elsa. Per il bene di entrambe, i due sovrani isolano le bambine limitando i contatti di Elsa con il mondo. Ma crescendo nella paura, Elsa perde sempre di più il controllo dei suoi poteri. I due regnanti partono poi per un viaggio ma una tempesta abbatte la loro nave. Elsa e Anna rimangono ancora più sole, ma la maggiore continua, nella tristezza, a tener chiusa la porta alla sorella.

Dopo tre anni dalla morte dei genitori, per le due ragazze arriva un giorno molto importante - l'incoronazione di Elsa, evento in occasione di cui le porte del castello verranno finalmente aperte dopo tanto tempo. Ad Arendelle nel frattempo sono giunti numerosi visitatori di altre terre, come il duca di Weselton, desideroso di entrare in affari con il regno, e il principe delle Isole del Sud Hans, di cui Anna si innamora ricambiata.

Elsa viene decretata la nuova regina ed ha l'occasione di parlare con Anna, ma si rifiuta nuovamente di lasciare aperte le porte. Ed Anna, allontanandosi, rincontra Hans, che dopo aver passato del tempo con lei le chiede di sposarlo. Anna, eccitata, chiede ad Elsa la sua benedizione, ma la regina non accetta, convinta che non possa sposare un uomo che conosce da così poco. Poi ordina di mettere fine alla festa e Anna inizia a chiederle il perché di tutto finché Elsa, perdendo la calma, libera un muro di ghiaccio. Il gesto viene subito definito "stregoneria" dal duca di Weselton ed Elsa, per il bene di Anna e del popolo, fugge congelando il fiordo, raggiungendo rapidamente la Montagna nel Nord. Così facendo, però, Arendelle rimane bloccata in un inverno perenne. Anna lascia il regno nelle mani di Hans e parte per ritrovare la sorella.

Elsa, intanto, superate le sue paure, si convince a liberare il suo potere e costruisce un palazzo di ghiaccio in cui vivere sciogliendosi i capelli e rivestendosi di un lungo abito di cristallo.

Anna si ferma alla Querciola Vagabonda, la bottega di Oaken, che però le offre soltanto degli abiti più pesanti. Qui Anna fa la conoscenza di Kristoff, un rude tagliaghiaccio che conosce la strada per la Montagna del Nord. Anna gli procura attrezzi e carote per la sua renna Sven chiedendogli in cambio di accompagnarla da Elsa. Dopo essere stati attaccati dai lupi ed aver perso la slitta, Anna, Kristoff e Sven incontrano Olaf, un pupazzo di neve parlante che pare essere stato creato da Elsa durante la sua fuga. Il pupazzo conosce la posizione di Elsa e così guida il gruppo verso il palazzo di ghiaccio.

Intanto, il cavallo di Anna, scappato all'inizio del viaggio, fa ritorno ad Arendelle e Hans, preoccupato per la ragazza, chiede degli accompagnatori per cercarla. Fra questi vi sono anche le due guardie del corpo del duca di Weselton, a cui il loro capo ordina di uccidere Elsa.

Anna e Kristoff raggiungono il palazzo di Elsa e mentre il ragazzo, Olaf e Sven attendono fuori Anna entra per parlare con Elsa. La donna ha ormai il controllo di sé, ma chiede ad Anna di tornare al regno. Prima che Anna possa parlare dell'inverno che ha scatenato, sopraggiunge Olaf, e anche se Elsa all'inizio sembra convincersi le balena in mente l'immagine di lei che congela la sorella da piccole e così le dice di nuovo di andarsene. Ma quando Anna le racconta dell'inverno infinito, Elsa non riesce più a trattenere la sua magia e gela il cuore di Anna. Dando vita a un mostro di nome di Marshmallow, Elsa caccia il gruppo, e Kristoff porta Anna dai troll, sua famiglia adottiva, per chiedergli aiuto.

Hans e i suoi arrivano da Elsa e mentre la maggior parte della squadra se la vede contro Marshmallow i due sgherri del duca attaccano Elsa, che riesce brevemente a trattenerli con i suoi poteri. Ma alla fine della battaglia, il lampadario del palazzo crolla su Elsa, facendola svenire.

Granpapà spiega a Kristoff che il cuore di Anna si sta congelando e che solo un atto di vero amore può scogliere un cuore ghiacciato. La scelta quindi ricade sul bacio del vero amore di Hans, così il ragazzo porta a casa la principessa.

Elsa si risveglia, incatenata, nelle segrete del suo castello, e confessa ad Hans che non sa come scongelare tutto. Nel frattempo Anna raggiunge il castello e Kristoff la lascia nelle mani dei domestici. La ragazza, però, scopre che Hans non l'ha mai amata, e desiderava sposarla solo per poi uccidere Elsa e diventare re in quanto ultimo di tredici fratelli e quindi impossibilitato a governare nel suo regno. Lasciando Anna al suo destino, comunica quindi che la principessa è morta uccisa dalla sorella, condannando quest'ultima a morte.

Nel frattempo, Sven convince Kristoff a tornare da Anna, la quale intanto viene salvata da Olaf. Il pupazzo le fa capire inoltre che Kristoff la ama. Così i due scappano non senza difficoltà dal castello, ormai ghiacciato. Elsa si è liberata dalla prigione e ha innalzato una terribile bufera, che si placa solo quando Hans le mente dicendole che sua sorella è morta. Hans quindi mette mano al pugnale per assassinarla. Anna, quasi del tutto congelata, si ritrova a scegliere tra Kristoff ed Elsa e sceglie di salvare lei, bloccando la spada di Hans e trasformandosi al contempo in una statua di ghiaccio. Elsa abbraccia in lacrime la sorella, che però magicamente si rianima sciogliendosi. Olaf comprende che il sacrificio di Anna è stato l'atto di vero amore che l'ha salvata. Solo così Elsa scopre la chiave per domare il suo potere: l'amore, grazie a cui riesce a riportare l'estate nel regno.

La pace ritorna: Olaf ha la sua nevicata personale, Anna e Kristoff capiscono di amarsi ed Elsa usa la sua magia per divertire il regno, dichiarando finalmente che le porte di Arendelle rimarranno aperte per sempre.

PersonaggiModifica

  • Elsa (Serena Autieri) - La regina di Arendelle. Insicura e sfiduciosa in se stessa, possiede un potere affascinante ma pericoloso che consiste nel domare ghiaccio e neve.
  • Anna (Serena Rossi) - La sorella minore di Elsa. A volte goffa e imbranata, vuole un gran bene alla sorella ed è disposta a tutto pur di aiutarla.
  • Kristoff (Paolo De Santis) - Rude montanaro, vive con il suo amico Sven fra le montagne. Alla fine si accorgerà di amare Anna.
  • Sven - L'inseparabile amico di Kristoff, una renna. Kristoff si diverte a fare il ventriloquo con lui.
  • Olaf (Enrico Brignano) - Il pupazzo di neve animato creato da Elsa sulla Montagna del Nord. Da bambine, le due sorelle costruirono un pupazzetto uguale.
  • Hans (Giuseppe Russo) - Un principe all'apparenza buono ed educato, ma è in realtà un doppiogiochista, deciso a diventare re.
  • I troll - Famiglia adottiva di Kristoff, sono esseri magici che vivono fra le montagne.
  • Granpapà (Massimo Lopez) - Capo dei troll, salva Anna da bambina grazie alla sua magia e aiuta la ragazza e Kristoff quando Elsa le gela il cuore.
  • Il duca di Weselton (Christian Iansante) - Un uomo d'affari incuriosito dai misteri di Arendelle.
  • Oaken (Ralph Palka) - Il proprietario della Querciola Vagabonda.
  • Marshmallow (Francesco De Francesco) - Il mostro di neve creato da Elsa.

CuriositàModifica

  • I nomi dei personaggi di Hans, Kristoff, Anna e Sven sono un tributo allo scrittore della fiaba, Hans Christian Andersen.
  • Come accadde anche con Bambi e con Rapunzel (per Maximus), per Frozen hanno portato negli studios un animale al fine di studiarne meglio l'aspetto e il comportamento. In questo caso si trattava di una renna, che ha aiutato a realizzare Sven.
  • Frozen ha raggiunto il record d'incassi nella categoria dei film d'animazione e il terzo film più visto della storia. L'unico film d'animazione Disney ad aver raggiunto risultati così alti era stato Il re leone, tuttavia quest'ultimo fu mandato al cinema due volte e quindi per più tempo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale