FANDOM


Conte Dooku (noto anche come Darth Tyranus) è un personaggio nell'universo di Star Wars e uno degli antagonisti secondari della trilogia prequel. È un Signore dei Sith e anche il Conte di Serrenno, il suo pianeta natale. Era il principale antagonista di Attacco dei Cloni e l'antagonista terziario di La vendetta dei Sith.

Dooku è anche il principale antagonista del franchise mediatico di Star Wars: The Clone Wars.

BackgroundModifica

BiografiaModifica

Dooku è nato in una famiglia ricca sul pianeta Serenno e sarebbe diventato il futuro conte del suo pianeta natale. Tuttavia, scelse invece di diventare un Jedi, allenandosi con Yoda prima di diventare un Maestro Jedi. Secondo Jocasta Nu, era uno dei più grandi Jedi dell'Ordine Jedi. Alla fine, avrebbe preso un apprendista, Qui-Gon Jinn ; che alla fine ottenne il grado di Maestro Jedi. Ad un certo punto dopo la morte di Qui-Gon per mano di Darth Maul , Dooku si dimise dall'ordine Jedi. Palpatine , segretamente conosciuto come Darth Sidious, che aveva perso il suo apprendista, Maul, offrì a Dooku la possibilità di unirsi a lui; non poteva resistere e divenne un Signore dei Sith conosciuto come Darth Tyranus. Dooku cominciò allora a radunare migliaia di sistemi stellari per la causa separatista.

PersonalitàModifica

Dooku era stoico, calmo, rilassato, fiducioso, astuto e sociopatico.

Dooku era amorale e molto apatico, ma non incapace di esperienze emotive; era visibilmente scioccato quando Jango Fett fu ucciso nell'Arena Geonosian da Mace Windu .

Era un filosofo, un oratore, un politico e un guerriero abili.

Anche da bambino, Dooku si sentiva spinto a riuscire. Era completamente devoto agli ideali dell'Ordine Jedi e all'ideale del servizio alla galassia. Cercò di diventare un grande Maestro Jedi, e per la stragrande maggioranza della sua vita, non considerò nemmeno la possibilità di una vita al di fuori dell'Ordine Jedi. Sapeva della sua eredità di nobile e si sentiva a sua agio in certe occasioni nei suoi giorni più giovani. Dooku scelse i padawan Jedi che pensava fossero potenzialmente in grado di diventare grandi Jedi e si sforzò di insegnare loro tutto ciò che sapeva.

Dooku aveva grandi aspettative nei confronti del governo come Jedi ed era considerato dai suoi pari un "idealista politico". Divenne sempre più disilluso dalla corruzione all'interno della Repubblica Galattica nel periodo precedente alla sua defezione dall'Ordine Jedi, e alla fine sostenne che gli Jedi si tradivano servendo i politici. In particolare, fu molto critico nei confronti della gestione delle Battaglie di Galidraan e Baltizaar da parte del Consiglio Jedi, nonché del loro rifiuto di partecipare alla Battaglia di Naboo. Il tradimento percepito dal Consiglio degli ideali dell'Ordine Jedi ha influenzato notevolmente Dooku nella sua caduta verso il lato oscuro.

Dooku non perdonò mai il tradimento e sembrava non avere praticamente alcuna tolleranza per questo.

Come Tyranus, Dooku divenne un Humanocentrist. Mentre rimaneva un conoscitore di arte e antichità aliene, segretamente disprezzava la maggior parte se non tutti gli alieni del Consiglio Separatista, sebbene riservasse una misura di rispetto per l'Arciduca geonosiano e membro del Consiglio Separatista Poggle the Lesser. Ha diviso l'intera galassia in due categorie; minacce e risorse. La categoria di minaccia era per gli esseri o le istituzioni che interferivano con il suo avanzamento personale e avrebbe dovuto essere eliminata, la categoria di attività era per coloro che potevano aiutare o almeno non ostacolare il suo avanzamento.

Al tempo delle Guerre dei Cloni, Dooku credeva che il dispiacere e l'ingiustizia della galassia potessero essere risolti solo con rabbia e odio. Arrivò a credere che l'Ordine Jedi dovesse abbracciare il Lato Oscuro e governare la galassia da solo senza l'interferenza del Senato. Come Tyranus, progettò di trasformare i Jedi in un'esercito Sith e intendeva reclutare forzatamente utenti della Forza nelle sue file. Pur assumendo spesso un atteggiamento gentile e civile, Dooku non ha avuto remore a torturare o ordinare la morte di centinaia di suoi ex compagni, né a commettere un numero qualsiasi di atrocità come leader dei Separatisti. Era anche disposto ad abbandonare o addirittura uccidere i suoi alleati e seguaci per raggiungere i suoi obiettivi o semplicemente per dimostrare la sua lealtà al suo Maestro Sith, Palpatine .

Come la maggior parte dei membri dell'Ordine dei Sith, Dooku non era in grado di riconoscere o imparare dai suoi errori (almeno per la maggior parte), ad esempio, ogni volta che usava Dun Möch per schernire Anakin, questo fallì; invece di indurre quest'ultimo a dubitare delle sue capacità, ha semplicemente incoraggiato Anakin a sfruttare la sua rabbia e quasi gli ha permesso di uccidere Dooku. Questo alla fine portò alla sconfitta e alla morte di Dooku per mano di Anakin a bordo della nave ammiraglia Separatista Invisible Hand durante la Battaglia di Coruscant.

Dooku era molto arrogante, come quando si infastidiva ogni volta che il suo allora apprendista Qui-Gon Jinn cercava di aiutare le creature che considerava inferiori. Tuttavia, nonostante la sua arroganza, non era superiore al rispetto dei suoi nemici; aveva un certo livello di rispetto per Obi-Wan Kenobi , considerandolo un degno avversario. Inoltre, nel suo ultimo confronto con Anakin Skywalker , Dooku riconobbe silenziosamente Anakin come il miglior duellante di spade laser che avesse mai visto, pochi istanti prima della sua morte per mano di quest'ultimo.

Poteri e abilitàModifica

PoteriModifica

  • La Forza: nonostante la sua vecchiaia, Dooku era estremamente potente e aveva una connessione estremamente forte con la Forza. Sebbene non fosse abbastanza potente come Anakin Skywalker al suo apice, Dooku era ancora uno dei più potenti utenti della Forza nella storia della galassia; affermando arrogantemente di essere stato più potente di qualsiasi singolo Jedi del suo tempo. Nonostante questa affermazione, il potenziale della Forza di Dooku non arrivò in alcun modo vicino a superare rispettivamente i poteri di Yoda e Palpatine ; alle cime dei due ultimi.
    • Telecinesi: Dooku ha dimostrato grande competenza con la telecinesi per scopi offensivi e difensivi.
      • Spinta della Forza: Dooku ha utilizzato Spinta della Forza per inviare i suoi avversari a volare in aria, causandoli gravi infortuni o bloccandoli temporaneamente in stato di incoscienza.
      • Volo della Forza: Dooku ha utilizzato Volo della Forza per levitare se stesso o per rallentare la sua caduta a terra.
      • Soffocamento della Forza: Dooku ha utilizzato Soffocamento della Forza per indebolire, uccidere o intimidire i suoi avversari. La sua abilità con l'abilità gli ha permesso di limitare i suoi bersagli senza guardarli, come ha fatto con la Regina Miraj Scintel, che era ancora in grado di ferire mortalmente nonostante il rilascio di lei.
      • Presa di Forza: Dooku ha utilizzato Force Grip per sollevare i suoi avversari da terra e in aria, a volte dal collo, per immobilizzarli. Le sue abilità gli hanno anche permesso di influenzare i movimenti delle persone, poiché è stato in grado di costringere il pirata Turk Falso a sparare al suo compagno mentre contemporaneamente lo soffocava, mentre eseguiva un'impresa simile quando faceva mirare Padme Amidala e sparare a Bec Lawise.
      • Lancio della Forza: Dooku ha utilizzato Lancio della Forza per far sì che gli oggetti, e persino gli individui, vengano lanciati verso un bersaglio a una velocità sorprendente.
    • Forza Flessione: Dooku ha utilizzato la deflessione della Forza per reindirizzare gli attacchi in arrivo, come il lampo della Forza, con o senza la sua spada laser, sebbene fosse difficile farlo. Ciò gli permise di deviare il proprio fulmine della Forza che era stato reindirizzato a lui dal suo ex padrone, Yoda.
    • Trucco della mente: Dooku ha utilizzato Trucco della mente per controllare la mente di altri esseri senzienti. Tuttavia, non ha funzionato su individui che hanno una volontà molto forte.
    • Animali Domatori: Dooku ha utilizzato Animali Domatori per controllare la mente di altri animali.
    • Fulmini della Forza: Dooku ha utilizzato Fulmini della Forza per torturare o uccidere i suoi avversari. È stato dimostrato di essere in grado di levitare e respingere bersagli usando il suo lampo in modo simile alla telecinesi.
    • Velocità della Forza: Dooku ha utilizzato Force Dash per muoversi a velocità sorprendenti.
    • Salto della Forza: Dooku ha utilizzato Salto della Forza per balzare o saltare a grandi distanze.

AbilitàModifica

  • Abilità con la spada laser: Nonostante la sua vecchiaia, Dooku era estremamente abile nel combattimento con la spada laser e un duellante estremamente dotato. Era uno dei pochi individui conosciuti in grado di combattere Yoda come un pari. Dooku è stato uno dei più grandi duellanti della spada laser nella storia della galassia.
    • Forma II: Dooku era un maestro di Makashi; l'ha usato esclusivamente ed è stato creduto da molti i professionisti più abili dello stile.
    • Dun Möch: Dooku era estremamente abile a Dun Möch.
  • Intelletto di livello Genio / Maestro tattico / Leader: Dooku era molto intelligente e saggio; la sua intelligenza e saggezza erano superate rispettivamente da Yoda, Palpatine e Anakin Skywalker . Come generale Sith, Dooku era un tattico molto abile e un leader molto capace.

Armi e equipaggiamentiModifica

Spada laserModifica

La preziosa arma e il possesso di Dooku erano la sua spada laser blu, in seguito con la lama rossa. La spada laser curva di Dooku era realizzata in metallo Solid Heavy Duty e lega nera.

  • Spada laser: Dooku aveva costruito la sua spada laser poco dopo essere diventato un Maestro Jedi, era in origine una spada laser blu, quando Dooku lasciò l'Ordine Jedi, prese la sua spada laser con sé, quando si unì all'Ordine dei Sith, Dooku trasformò la sua arma in un La spada laser Sith sostituisce il cristallo blu originale con una gemma sintetica scarlatta, migliorando il potere di taglio della lama a scapito della manovrabilità, trasformandola in una spada laser a lama rossa. Rimarrebbe in suo possesso fino alla sua morte; fu distrutta quando la spada laser Curved-hilt entrò nell'atmosfera planetaria di Coruscant.

Apparenze cinematograficheModifica

Attacco dei cloniModifica

Dopo aver lasciato l'Ordine Jedi e diventare un Sith, Dooku iniziò un movimento Seperatista nella Galassia sotto il comando del suo Maestro, Darth Sidious. Quando Obi-Wan Kenobi stava seguendo il cacciatore di taglie, Jango Fett, sul pianeta di Geonosis, scoprì che Dooku stava creando un nuovo esercito di droidi e reclutava politici, tra cui il viceré della Federazione dei Mercanti Nute Gunray, che voleva vendicarsi dell'ex regina Padmè Amidala per la sua sconfitta durante l'Invasione di Naboo. Riferì al Consiglio Jedi, ma fu catturato dai Geonosiani. Mentre è stato catturato, Dooku ha cercato di trasformarlo in Dark Side. Obi-Wan ha parlato con Dooku, che ha rifiutato di lavorare con i Sith, a cui Dooku ha ricordato Kenobi di aver addestrato il suo maestro, Qui-Gon Jinn, che era stato ucciso da Darth Maul durante la Battaglia di Naboo. Quando Obi-Wan rimase testardo, Dooku rivelò che un Signore dei Sith stava controllando il Senato.

Dopo l'apprendistato di Kenobi, Anakin Skywalker e il senatore Padmè Amidala non sono riusciti a salvarlo, Dooku ha condannato tutti e tre a morte nell'arena. Fu sopraffatto quando il terzetto si liberò e uccise i mostri che avrebbero dovuto ucciderli. Tuttavia, è stato preparato e ha portato fuori alcuni droidi distruttori per ucciderli. Il Maestro Windu arrivò con una squadra d'assalto di Jedi per salvare i tre. Furono tutti circondati di nuovo da numerosi droidi da battaglia, ma furono salvati dal Maestro Yoda e da un esercito di soldati cloni. Dooku fuggì dall'arena e tornò in un centro di comando, dove controllò la battaglia con Nute Gunray, Poggle the Lesser e altri leader Separatisti. Quando Gunray decide di scappare con le sue Core Ships di Lucrehulk prima che possano essere abbattute dall'esercito di cloni della Repubblica mentre sono ancora a terra, Poggle consegna a Dooku i progetti per quello che i Separatisti hanno soprannominato "L'ultima arma", cioè gli schemi per la temibile Death Star del futuro Impero Galattico, avvertendo Dooku che se la Repubblica lo scoprisse, la Confederazione sarebbe condannata. Dooku assicura a Poggle che i progetti saranno al sicuro con Sidious su Coruscant.

Alla fine, se ne andò per tornare a Coruscant, ma fu notato da Skywalker e Kenobi mentre tentava di fuggire in un hangar. Entrambi i Jedi lo inseguirono, ma perse Padme sulla strada, che cadde fuori dalla nave (anche se la nave era sospesa sopra il terreno, quindi non fu seriamente ferita) quando subì qualche danno dalla contraerea dai guerrieri inseguitori geonosiani. Con rabbia, Skywalker si scagliò contro il Signore dei Sith, permettendo a Dooku di colpirlo con un fulmine della Forza e ferirlo brevemente. Obi-Wan era più calmo, deviando i fulmini e ingaggiando i Sith in combattimento, ma Dooku lo ferì con la sua spada laser e Anakin tornò con le sue spade laser di Obi-Wan. Dooku è riuscito a disarmare Anakin di una delle lame, ma Anakin ha combattuto con il secondo. Alla fine, Dooku si interruppe brevemente per valutare la forza di Anakin. Tornando al duello, Dooku tagliò il braccio destro di Anakin e si preparò ad ucciderli entrambi, ma Yoda arrivò e lo affrontò. Nonostante l'evidente potere di Dooku, Yoda si dimostrò rapidamente più forte nella Forza e più abile con una spada laser; ha deviato facilmente tutti gli attacchi della forza di Dooku e rapidamente ha afferrato il sopravvento nel successivo duello con la spada laser. Incapace di sconfiggere Yoda e preoccupato dei rinforzi della Repubblica in arrivo, Dooku distrasse l'antico Maestro Jedi quasi facendo cadere un pilastro su Anakin e Obi-Wan, costringendo Yoda a salvarli mentre Dooku fuggiva, fuggendo nel suo veliero solare, proprio mentre fu sparato da Padme e da diversi cloni che erano arrivati ​​per rinforzare gli Jedi.

Dooku andò a Coruscant per incontrare il suo padrone, Darth Sidious, che diede i piani alla loro nuova arma: la Morte Nera . Lo informò anche che erano iniziate le Guerre dei Cloni.

La vendetta dei SithModifica

Il conte Dooku combatté Obi-Wan e Anakin ancora una volta tre anni dopo sull'ammiraglia del Generale Grievous, la Mano Invisibile . Grievous aveva catturato il cancelliere Palpatine e Dooku si era battuto per assicurarsi che il Cancelliere non fosse stato salvato. I Jedi usavano stili minori per cullarlo in un falso senso di sicurezza, prima di passare improvvisamente a stili più avanzati per coglierlo alla sprovvista. Adattandosi a questa finta, Dooku estrasse Kenobi per primo e fece cadere su di lui un balcone e provocò Anakin mentre la battaglia continuava tra loro due, poiché aveva sentito che Anakin si tratteneva, per timore di cedere alla rabbia. Alla fine Anakin, inferocito, gli tagliò entrambe le mani e prese la sua spada laser come souvenir. Palpatine, che era segretamente il padrone di Dooku Darth Sidious, ordinò ad Anakin di ucciderlo, scioccando Dooku poiché questo non faceva mai parte del piano come lo sapeva. Dopo l'iniziale esitazione, Anakin ha decapitato brutalmente Dooku, inconsapevolmente aprendo la strada per il suo successo a Dooku come nuovo apprendista di Palpatine come Darth Vader.

Sebbene Anakin abbia espresso il senso di colpa per aver ucciso Dooku, affermando che non era la via dei Jedi, Palpatine assicurò e si congratulò con Anakin, affermando che Dooku era troppo pericoloso per essere tenuto in vita e dicendo che l'uccisione di Dooku da parte di Anakin era naturale per vendetta per Dooku che tagliava il braccio di Anakin , ricordando Anakin di quando aveva cercato vendetta sui Tusken Raiders per la morte di sua madre.

Apparizioni televisiveModifica

Star Wars: The Clone WarsModifica

Il conte Dooku fu il principale antagonista della serie e fu il maestro di altri cattivi Asajj Ventress e del generale Grievous. Viene visto duellare Anakin e Obi-Wan in diverse occasioni.

VideogiochiModifica

Star Wars: Force ArenaModifica

Il conte Dooku è un personaggio giocabile in Star Wars: Force Arena come carta leader della squadra leggendaria.

Le relazioniModifica

Amici e alleatiModifica

Qui-Gon JinnModifica

Qui-Gon era l'apprendista di Dooku. Dooku amava Qui-Gon come un figlio a causa delle loro molte somiglianze; entrambi erano individualisti, idealisti ed entrambi conoscevano la Forza che era unica. Quando Qui-Gon superò le Prove Jedi e divenne un Cavaliere Jedi, Dooku gli disse di non fidarsi degli altri perché il suo bisogno di raggiungere gli altri lo lasciava vulnerabile al tradimento. Quando Qui-Gon fu ucciso da Darth Maul, Dooku fu così rattristato che la morte di Qui-Gon portò alla trasformazione di Dooku nel Signore dei Sith Darth Tyranus. In seguito avrebbe provocato la memoria contro Obi-Wan Kenobi, l'apprendista di Jinn.

Sheev Palpatine / Darth SidiousModifica

Darth Sidious era il Maestro Sith di Dooku. Dopo la morte di Qui-Gon, Dooku arrivò a credere che un nuovo Impero Sith sarebbe stato la salvezza della galassia e cercò l'Oscuro Signore dei Sith appena asceso. Dopo aver trovato Sidious, Dooku si è impegnato nell'Ordine dei Sith ed è stato ribattezzato Darth Tyranus dal suo maestro che gli ha insegnato le vie dei Sith. Insieme, hanno innescato la crisi Sepratist e scatenato le Guerre dei Cloni. Durante gli ultimi momenti di vita di Dooku nel suo ultimo confronto con Anakin Skywalker, Dooku ha appreso la vera natura della sua relazione con Darth Sidious: lui; Dooku, non era mai stato un vero apprendista per l'Oscuro Signore dei Sith, ma invece uno strumento, per essere messo da parte come una lama spezzata quando aveva servito il suo scopo.

Generale GrievousModifica

Come Asajj e Savage, Grevious è stato addestrato personalmente da Dooku. Dooku insegnò a Grievous l'arte del combattimento con la spada laser, rendendolo formidabile come avversario ai Jedi. Dopo che la trama di Asajj contro di lui fu rivelata, Dooku inviò Grevious a Dathomir per uccidere le Sorelle della Notte, dove il signore della guerra di Kaleesh si esibiva magnificamente. Dopo che Dooku fu ucciso, Grevious assunse il comando della CSI.

NemiciModifica

YodaModifica

Yoda ha addestrato Dooku sia come ragazzo sia come apprendista. I due divennero nemici dopo che Dooku si rivolse al lato oscuro.

Obi-Wan KenobiModifica

Obi-Wan era l'opposto di Dooku. Dooku sperava di avere Obi-Wan come suo apprendista Sith e si spinge fino a rivelare l'esistenza di Sidious per convincerlo a unirsi a lui. Obi-Wan non gli credette e rifiutò, facendo sì che i due fossero nemici da allora. Nonostante questo, comunque, Dooku aveva un sano rispetto per Obi-Wan, considerandolo un degno avversario.

Asajj VentressModifica

Quando Dooku incontrò per la prima volta Asajj, rimase colpito dalle sue capacità come la sua padronanza di Jar'Kai, ma non fu colpito dalla sua dichiarazione di essere un Sith. Le disse che le mancavano le qualità vitali che fanno di un Sith e hanno dimostrato il suo punto dimostrando la sua padronanza delle Sith Arts. In seguito, ha fatto di lei la sua apprendista e l'ha addestrata in abilità che lui stesso ha eccelso in Makashi. Tuttavia, Palpatine si preoccupò del suo crescente potere e ordinò freddamente a Dooku di ucciderla. Per interesse personale, Dooku l'ha tradita e l'ha lasciata morta. Tuttavia, Asajj sopravvisse e da allora i due sono stati nemici mortali. Alla fine Dooku uccise Ventress con Force lightning quando si gettò tra lui e il suo interesse amoroso, il Jedi Quinlan Vos.

Savage OpressModifica

Dopo aver abbandonato Asajj, Dooku prese Savage Opress, il fratello minore di Darth Maul, come suo nuovo apprendista. Fu colpito dal potere del Nightbrother e gli insegnò come perfezionarlo. Sconosciuto a Dooku, Savage era davvero un agente dormiente che era stato messo dalla parte di Dooku per vendicare i tradimenti di Asajj e Maul. Questo è stato rivelato quando Asajj si è rivelata prematuramente. Fortunatamente per Dooku, è stato in grado di tenere la coppia fuori usando la mancanza di abilità di Savage contro di loro.

Darth MaulModifica

Anche se entrambi sono stati addestrati da Palpatine, Dooku e il suo predecessore Maul sono stati nemici da quando la sua mente è stata restaurata da Madre Talzin. Questo perché i due si odiavano a vicenda. Dooku disprezza Maul per essere una minaccia per lui e Maul odia Dooku per essere il suo sostituto. Inoltre non si consideravano come veri Sith: Dooku vedeva Maul come nient'altro che un animale addestrato e Maul vedeva Dooku come un pretendente Sith.

Anakin SkywalkerModifica

Dooku provò immediatamente antipatia per Anakin; senza una ragione apparente, prima della sua conversione al lato oscuro. A differenza di Qui-Gon, Dooku ha rifiutato di credere che fosse il Prescelto. Ha anche espresso la speranza che sarebbe stato rispedito a Tatooine. Anakin e Dooku divennero nemici durante la prima battaglia di Geonosis. Durante quella battaglia, ha imparato perché Qui-Gon ha sostenuto e difeso Anakin, quando ha mostrato quanto sia forte il suo legame con la Forza.

Dooku aveva pochissimo rispetto per il giovane Jedi Knight, nonostante il suo coraggio e il suo incredibile legame con la Forza. Nel frattempo, Anakin ha sviluppato un rancore contro l'ex-Maestro Jedi / Signore dei Sith per aver tagliato il suo braccio destro.

Durante il loro ultimo duello, Dooku venne a sapere perché Palpatine era così interessato a Anakin; Anakin era già mezzo Sith e non lo sapeva nemmeno. Quando Palpatine ordinò ad Anakin di ucciderlo, Dooku alla fine si rese conto che non era mai stato un vero Sith per quanto riguardava Palpatine, ma semplicemente uno strumento per aiutarlo a trasformare Anakin dal lato oscuro. A causa della loro lunga storia come nemici, Dooku potrebbe essere considerato l'arcinemico di Anakin, simile a Obi-Wan e Darth Maul.

Qualche attimo prima che fosse ucciso da Anakin, Dooku alla fine arrivò a rispettarlo, e riconobbe in silenzio Anakin come il miglior duellante di spade laser che avesse mai visto.

GalleriaModifica

Per approfondire, vedi la voce Conte Dooku/Galleria.

BanalitàModifica

  • Nelle bozze originali di La vendetta dei Sith, il conte Dooku avrebbe dovuto essere rivelato da Palpatine per aver orchestrato il rapimento dei Tusken Raiders e l'omicidio di Shmi Skywalker, la madre di Anakin. Tuttavia, questo è stato scritto a causa del modo in cui interferiva con la dinamica del duello.
  • George Lucas ha dichiarato che Palpatine ha ingannato Dooku dicendogli che se Anakin potesse sconfiggere Dooku, Palpatine interverrebbe per fermare il duello e fare in modo che Anakin si unisse a loro. Tuttavia, in realtà, questo era solo uno stratagemma per Palpatine per ottenere Anakin come suo vero apprendista.